14.11.14

Sottil incoraggia i suoi: "A testa alta contro il Benevento".


Arriva la capolista, l'unica ancora imbattuta in campionato, ma la Paganese, forte della sua marcia da playoff nelle ultime cinque partite, non mostrerà alcun timore reverenziale. Almeno stando alle parole diAndrea Sottil alla vigilia del derby col Benevento. "Come sempre, nutriamo grande rispetto per l'avversario - le dichiarazioni del tecnico azzurrostellato - visto che di fronte avremo la squadra più forte del campionato, quella che non ha ancora perso, composta da grandi individualità ed allenata da un allenatore molto bravo. Noi però vogliamo giocarcela, consapevoli dei nostri mezzi, di quello che abbiamo fatto in queste settimane e di come siamo cresciuti, sapendo che ci sono ancora cose da migliorare. Abbiamo studiato l'avversario nei dettagli: sappiamo che è un gruppo forte ed umile allo stesso tempo, molto concreto e quindi dobbiamo essere doppiamente motivati. Però conosciamo anche i punti dove possono andare in sofferenza perchè ogni squadra, anche la più forte, ha dei piccoli punti deboli". Sarà unaPaganese al gran completo contro gli stregoni. Mancherà solo lo squalificato Marruocco, mentre rientraCaccavallo. E sull'impiego di quest'ultimo, l'allenatore piemontese giura di non avere ancora deciso. "Lo farò domani - glissa - e vedremo se impiegarlo subito o a gara in corso. Gli attaccanti stanno facendo tutti bene, è chiaro che Giuseppe è un calciatore che ci dà qualità, esperienza, imprevedibilità alla manovra".Quello di cui ha bisogno la Paganese, che in alcuni frangenti nelle ultime gare (specie i primi tempi controBarletta e Savoia), è apparsa incapace di costruire gioco. "Noi dobbiamo impostare la partita con la solita dedizione in fase di non possesso - avverte Sottil - dato che l'avversario che abbiamo di fronte non ci farà cambiare l'impostazione della gara. Dobbiamo mantenere la nostra identità, quando abbiamo la palla dobbiamo colpire, a prescindere che sia il Benevento l'avversario, dobbiamo mantenere il nostro atteggiamento. La nostra manovra va migliorata, abbiamo commesso qualche errore nel primo tempo col Savoia anche perchè dobbiamo essere più velodi e rapidi. Però quando ci distendiamo e giochiamo più sereni, riusciamo ad imbastire azioni importanti, creando maggiori occasioni".

da www.paganesemania.it

No comments: