30.8.14

Paganese, il Ds D'Eboli: "Pronti a firmare una punta di A o B entro lunedì sera".

Cosimo D'Eboli
© foto di Ninni Cannella/TuttoLegaPro.com
Cosimo D'Eboli

La partita di ieri sera al "XX settembre" di Matera può essere vista in due modi dalla Paganese. Se il pareggio premia la caparbietà dei ragazzi di mister Stefano Cuoghi, c'è un aspetto che è risultato altresì evidente: manca un giocatore che abbia quella cattiveria giusta per concretizzare la mole di gioco della squadra.
Per questo TuttoLegaPro.com ha deciso di intervistare in esclusiva il Direttore sportivo del club liguorino,Cosimo D'Eboli, per capire come intende muoversi la società per colmare questa carenza.

Direttore, prima di addentrarci nel mercato volevamo sapere il suo parere su questo pareggio ottenuto sul terreno del Matera.

"Ieri sera abbiamo giocato una partita da grande squadra e i ragazzi mi hanno dato un'enorme soddisfazione con questa prestazione importante contro una squadra molto forte come è il Matera. A fine partita sono sceso negli spogliatoi per complimentarmi con loro per come hanno tenuto bene il campo, concedendo il minimo indispensabile all'avversario. Avessimo perso sarebbe stata un'ingiustizia".

La nota dolente di queste prime partite ufficiali della Paganese è in avanti. 

"Si, è un problema che stiamo cercando di risolvere e penso che entro lunedì sera dobbiamo portare una prima punta a Pagani".

Caccavallo si batte tanto, ma non può cantare e portare la croce allo stesso tempo.

"Avete ragione e infatti Caccavallo ha bisogno di un compagno di reparto che gli faccia spazio per essere più pericoloso. Non avendo uno che gli dia la possibilità di inserirsi è penalizzato e in questo modo va a cercare la giocata e di conseguenza tocca il pallone quella volta in più e finisce per perdere l'occasione propizia. Non dimentichiamo che Caccavallo, nel momento in cui avrà un compagno di reparto con le giuste doti che stiamo cercando, è capace anche di offrire assist importanti".

Parliamo di questo attaccante: che caratteristiche deve avere? Classica prima punta o siete alla ricerca di un giocatore con un identikit ben preciso?

"No, non vogliamo un attaccante statico, anzi, per come giochiamo a noi serve uno che sappia far salire la squadra".

Si è parlato di Ivan Lendric, classe 1991, croato, ex Hajduk Spalato.

"Per quanto riguarda Lendric è un giocatore di cui si parla molto bene, ma è una prima punta alla Inzaghi, per intenderci, mentre noi abbiamo bisogno di uno di struttura che sappia far rifiatare la squadra quando è in difficoltà e aprire gli spazi per gli inserimenti da dietro. Ed è per questo che Lendric non fa al caso nostro".

Avete già identificato il giocatore da prendere?

"Abbiamo delle trattative in atto. C'è da sottolineare che il mercato non offre molto per l'attaccante che stiamo cercando. Ci sono elementi di grido, punte di A o B che molto probabilmente entro lunedì possono andare fuori lista e dobbiamo farci trovare pronti per portarne uno a Pagani".

Il resto della squadra la soddisfa?

"Mi è piaciuto il pacchetto arretrato: stiamo aspettando che entri in forma Antonio Bocchetti e abbiamo adattato Djibo terzo di difesa, quando quest'ultimo è un esterno o quinto di difesa. Noi cerchiamo comunque di fare l'età media e in questo modo devi sacrificare qualcuno. Ad esempio abbiamo Baccolo e Deli fuori condizione. Giocatori questi ultimi che sono due mezz'ale che sanno giocare a calcio. Il mister ha pensato bene di schierare un giocatore di tamponamento come Calamai in mezzo al campo, coadiuvato da Gai ed Herrera. Fatemi spendere una parola su questo giocatore: lo considero di assoluto valore per la categoria. A 22 anni ha disputato una partita notevole, soprattutto dal punto di vista caratteriale e con la giusta personalità".

 

Quindi per concludere: solo una punta, per il resto state bene così.

 

"Noi pensiamo solo all'attaccante. Per il resto ho costruito tutte le coppie: ad un titolare assente c'è un sostituto pronto a subentrare".

Mercato in uscita?

 

"Andrà via solo il portiere Addario, pronto a firmare per il Savona. Come dodicesimo alle spalle di Marruocco vogliamo prendere un giovane di prospettiva che ci torni utile per un dopo Marruocco". 

C'è rimasto il dubbio, per la verità non solo a noi, su chi abbia segnato il gol del pareggio. 

"A dire il vero a me hanno detto che ha segnato Caccavallo, mentre qualcun'altro l'ha dato a Vinci. Noi eravamo lì e posso dirle che c'è stata una mischia e una deviazione l'ho notata. Io ho visto Bocchetti, pensi un po lei. A questo punto diamolo a Caccavallo e ci togliamo il dubbio una volta per sempre".

Esclusiva www.tuttolegapro.com

No comments: