24.8.16

Domenica test al Torre con il Pomigliano.

Test amichevole al "Torre" per gli azzurrostellati che, domenica con inizio alle ore 17.30, affronteranno il Pomigliano, compagine che prenderà parte al campionato di serie D. 

Per l'occasione sarà aperto esclusivamente il settore Tribuna, destinato ai tifosi di casa, e quello ospite per i granata. L'ingresso sarà gratuito.

© Paganesemania

23.8.16

La Paganese vista da... Nocera!

La lunga ed estenuante estate, per le coronarie azzurrostellate, sta per finire e speriamo nel migliore dei modi. Manca una settimana infatti al giorno della verità.

Martedì prossimo 30 agosto il TAR del Lazio deciderà nel "merito" il ricorso della Paganese per quanto riguarda l'esclusione iniziale e poi alla riammissione, in via provvisoria, avvenuta lo scorso 3 agosto. Un'altra settimana di trepidazione.

Ormai è dal 30 giugno che si parla solo di carte, fidejussioni, ricorsi, esclusioni, riammissioni, sospensive, con la passione di tutti i tifosi della Paganese che dondola come su un'altalena. Vaghiamo tra speranze ed incertezze, tra verità sospese e riammissioni improvvise ed inaspettate in un'estate difficilmente da dimenticare. Ricordo come fosse oggi la giornata del 28 luglio quando alle tre del pomeriggio si materializzò l'uscita di scena senza appello, per tutti noi, non per Trapani che aveva in serbo un altro colpo di scena che poi è risultato vincente, per il momento. Da quel 28 luglio poi ci sono stati cinque giorni di autentico sbandamento misti a voglia di ricominciare con le iniziative dell'Amministrazione Comunale e di singoli malati della Paganese come Aniello Novi o Massimo Tramontanoche tra iniziative ed interminabili contatti hanno riallacciato i fili di un passione caduta sottoterra.

Era la sera del 2 agosto quando con loro e pochi amici, sulle note in sottofondo di Anna Tatangelo, in Piazza Sant'Alfonso, si cercava di mettere su un comitato per il lancio di abbonamenti alla nascente società per la serie D. Il giorno dopo invece il delirio alle 14.00 con la telefonata che mi arriva di Alfonso Tortora che mi dice di essere stati riammessi in Lega Pro ma che c'è voluto più di mezz'ora per crederlo e piangere a telefono insieme dopo la conferma che stentavo a renderla mia.

Ora siamo a sette giorni dalla sentenza definitiva dopo, in questa pazza estate, aver incontrato una sera a San Marco di Castellabate anche il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina, insieme all'amico Antonio Francesein un bar, chiedendogli lumi e speranze e pedinandolo sino all'albergo. Come mi ripeteva in spiaggia l'amicoFrancese "se succede riscriviamo la giustizia sportiva" anche se Gravina ci freddò dicendoci che non era scontato nulla pur essendo 60 le squadre, con la Paganese, ricorrendo alla riapertura dei termini dei ripescaggi. Quel giorno30 è come un tarlo.

Nel frattempo siamo scesi in campo, giocato due partite di Coppa Italia, onorando la maglia dei novant'anni che ha fatto bella mostra in campo nella classica tenuta, con maglia azzurra e pantaloncino bianco. A simbolo di questaPaganese, con un organico verde, voglio mettere il riccioluto centrocampista Bernardini che correva e rincorreva qualunque cosa si muovesse di colore diverso dall'azzurro, senza fermarsi mai. Come la Paganese che sta rincorrendo, aggrappata alla Lega Pro da due mesi, la speranza di essere la ventesima squadra del girone C, com'è giusto che sia.

Peppe Nocera per © Paganesemania

Parlati: "Crescere con i consigli di Pestrin". Chiriac: "Mi hanno parlato molto bene della Paganese".


I due ultimi arrivati Samuele Parlati e Andrei Chiriac, sono tutti e due del 1997 e arrivano rispettivamente daAscoli e Modena. Il centrocampista ha già esordito nella gara di Coppa Italia contro la Reggina, mentre il portiere si è accomodato in panchina in quella gara a poche ore dalla sua firma.

Samuele Parlati: «L’impressione iniziale è che sono arrivato in una grande società. L’accoglienza di tutti, dirigenti, allenatori e compagni di squadra è stata molto buona. Sono giovane, ma voglio comunque togliermi tante soddisfazioni e centrare l’obiettivo che sarà prefissato. Questo è il mio primo campionato in Lega Pro, sono un centrocampista interno nei tre a centrocampo e anche l’esterno o centrale con altro modulo. Allenarmi e giocare insieme ai vari Marruocco, Deli e Pestrin è molto importante, cercherò di rubare, soprattutto a Manolo, i trucchi del mestiere».

Andrei Chiriac: «Non conoscevo nessun compagno di squadra, Marruocco lo conosco perchè è uno dei più bravi nel suo ruolo e continua ad esserlo. Se sono qui è perchè mi hanno parlato molto bene della Paganese e anche per crescere. Ho legato molto con tutti e anche se sono da pochi giorni qui con tutti: con Silvestri divido la camera in ritiro. Il sogno di tutti i ragazzi che iniziano a giocare a calcio è quello di arrivare nella massima serie. So che ci vuole tanto lavoro, sacrificio e anche un pizzico di fortuna. Per ora penso alla Paganese e a far bene con questi colori».

da www.paganesecalcio.com

Mister Grassadonia soddisfatto e carico.

Dopo la vittoria contro la Reggina Grassadonia ha ordinato il rompete le righe. In pausa fino a mercoledì, quando la squadra si ritroverà a Siano per riprendere gli allenamenti. «È il giusto premio per questi ragazzi che stanno lavorando sodo, è stata una vittoria che infonde morale anche se abbiamo la consapevolezza di dover fare ancora molto. Lo scoglio del 30 agosto è vicino ma noi dobbiamo continuare a prepararci per bene perché quelli che verranno saranno calciatori esperti che si caleranno subito nel nostro impianto tattico». Sulla gara contro la Reggina il trainer azzurrostellato ha messo in evidenza l’esordio positivo dei nuovi. « Parlati è un ottimo giocatore, ha fatto bene ma si deve calare nel nostro impianto di gioco. Silvestri lo conosco bene. Sicuramente darà il proprio contributo alla causa della Paganese».

(il Mattino, edizione Salerno).

21.8.16

Coppa Italia: Reggina-Paganese 0-1. Decide un gol di Silvestri

Di Nino Ruggiero

Nella foto il gol che ha deciso l’incontro, realizzato da Silvestri con un tiro da oltre trenta metri.

Vince di misura la Paganese, in una di quelle classiche partite agostane che sanno più di sgambatura che di altro, sotto un sole cocente, in un orario decisamente più adatto a una bella siesta che a una partita di calcio.
La squadra azzurro-stellata, ancora incompleta nei suoi organici, ha incontrato al “Marcello Torre”, invertendo i campi, la Reggina che, da quello che si è capito, probabilmente accusa anch’essa problemi di organico. Due squadre, insomma, ancora alla ricerca di una propria identità in vista dell’imminente inizio di campionato.
La Paganese è andata meglio, non solo per il risultato positivo conseguito, rispetto alla precedente gara con la Vibonese. L’ingresso in formazione di Silvestri al centro della difesa ha consentito a Grassadonia di poter muovere meglio le pedine a disposizione. I due centrali di difesa, Silvestri e Mansi, hanno dato l’impressione di avere già un buon affiatamento tanto da non consentire agli attaccanti reggini di rendersi particolarmente pericolosi. L’ingresso di Silvestri al centro della difesa è coinciso con lo spostamento di Longo e Della Corte rispettivamente come difensori di fascia destra e sinistra.
La squadra è sembrata più armonica nello schieramento grazie anche all’innesto di Parlati che è riuscito a ritagliarsi uno spazio nella manovra di centrocampo affidata alle mani esperte di un Pestrin; il calciatore ex Salernitana è apparso in netto miglioramento ancorché assistito da un effervescente Bernardini, destinato – per chiari meriti acquisiti sul campo – a essere inserito in pianta stabile nella rosa dei titolari.
Note positive anche in avanti con Cicerelli che riesce a interpretare alla grande sia la fase difensiva, sia quella offensiva, così come vuole Grassadonia. L’attaccante è già in piena forma e le sue accelerazioni e i cambi di passo denotano una crescita professionale che se dovesse continuare – e spero proprio di sì – lo porterebbe molto in alto.
Bene ancora una volta Caruso, sia nel primo tempo quando ha recitato il ruolo di prima punta, sia nel secondo tempo quando si è spostato sulla fascia destra.
La Paganese, al momento, è ancora un cantiere aperto, e non potrebbe essere diversamente con tutti i problemi che la società si è trovata a risolvere; inoltre, è vero che si registrano buone impressioni complessive, ma è anche vero che Vibonese e Reggina, con loro buona pace, non possono costituire banchi di prova impegnativi in vista di un campionato che si preannuncia agguerritissimo.
Ma tutto si delineerà a fine mese, dopo il fatidico, definitivo pronunciamento da parte del Tar Lazio.
Allora, forse è il caso di incrociare per bene le dita…

Nino Ruggiero - paganesegraffiti.wordpress.com

20.8.16

Ferrigno: "Siamo un cantiere aperto. Dopo il 30 accelerata sul mercato". Il probabile undici di Coppa.

Prosegue a ritmo serrato il duplice lavoro della Paganese con Grassadonia ed il suo staff a lavorare sul campo facendo la spola tra Siano e Pagani e col direttore sportivo Ferrignoimpegnato a dragare il mercato per completare la rosa, che ad oggi è ancora un cantiere aperto. "Inutile nasconderci - afferma il neo ds al sito ufficiale - le difficoltà ci sono per i fatti che tutti sappiamo. Nonostante ciò abbiamo ingaggiato dei calciatori importanti insieme alle conferme degli over della passata stagione. Il mercato subirà un'accelerata dopo la sentenza del Tar del prossimo 30 agosto. Ad oggi sono passati solo dieci giorni di ritiro con tati giovani e tanti altri in prova. E' logico che questa non sarà la squadra che si presenterà ai nastri di partenza della Lega Pro, siamo un cantiere aperto e lavoreremo per presentarci all'esordio con la squadra al completo".

Intanto, però, dopo l'esordio stagionale di mercoledì con la Vibonese, domani con fischio d'inizio alle 16.30 al "Marcello Torre", dopo l'inversione di campo, la Paganese affronterà laReggina per la seconda giornata della manifestazione tricolore. "Domani giocheremo in coppa, daremo spazio ancora ai tanti giovani che fino a poco tempo fa erano in Berretti".

Rispetto all'ultima apparazione, Grassadonia potrà contare anche sugli ultimi arrivatiSilvestri e Parlati oltre che dell'estremo difensore Chiriac, che però dovrebbe accomodarsi in panchina. Nulla da fare per l'attaccante Zerbo ancora in attesa del transfer internazionale e diDeli che sconterà la seconda giornata di squalifica per violazione del regolamento agenti. Il tecnico azzurrostellato dovrebbe optare così per la conferma di nove/undicesimi: proprioSilvestri dovrebbe prendere il posto di Carotenuto in difesa mentre il centrocampista Parlatiquello di Trotta con Della Corte che ritornerebbe così nel ruolo di esterno basso in cui tanto bene ha fatto la scorsa stagione.

Da www.paganesemania.it

Marruocco: "Sarà l'anno più difficile. L'affetto dei tifosi mi inorgoglisce"


Non ci ha pensato su due volte a rinnovare il proprio contratto fino al prossimo giugno nonostante le vicissitudini che stanno accompagnando la Paganese in questa calda estate calcistica. Vincenzo Marruocco, uno dei pochi superstiti della passata stagione insieme aDella Corte, Deli e Cicerelli, indossando anche i gradi da capitano fa il punto della situazione proprio alla vigilia della gara di coppa domani con la Reggina. "La squadra è cambiata quasi totalmente - afferma sulle colonne del sito ufficiale - e siamo rimasti in pochi dell’anno scorso. I nuovi dovranno abituarsi subito alle idee del mister. Domani con la Reggina sarà un test importante visto che da pochi giorni lavoriamo insieme a tanti volti nuovi e ragazzi giovanissimi. Dobbiamo sfruttare queste gare per conoscerci meglio e mettere in pratica il lavoro fatto in questi giorni. Obiettivo? Il nostro è la salvezza, ma lo scorso campionato siamo partiti con lo stesso obiettivo e abbiamo fatto benissimo riuscendo a centrare il nono posto e la Coppa Italia Tim. Purtroppo ciò che è accaduto ci ha fatto perdere terreno rispetto alle altre e cercheremo di recuperare per metterci alla pari. Sarà l’anno più difficile viste le difficoltà e serve l’aiuto di tutti, fare gruppo per affrontare un campionato e un girone molto impegnativo"

Quinta stagione in azzurrostellato, le cento presenze raggiungibili già nel girone di andata e l'affetto dei tifosi come dimostrato durante la gara di mercoledì con la Vibonese"Questo è il mio quinto anno con la Paganese, una società solida e organizzata che ha fatto degli ottimi campionati facendo crescere i giovani e altri calciatori che hanno vestito questa maglia si sono accasati in squadre importanti. La stima e l’affetto dei tifosi, poi, mi rende orgoglioso, me la sono conquistata con il lavoro"

Da www.paganesemania.it

Per Paganese-Reggina di Coppa aperti solo tribuna e distinti

Sono in vendita al prezzo di 5 euro più 1 euro di prevendita, i tagliandi per assistere alla gara di Coppa Italia Lega Pro tra Reggina Paganese di domenica 21 Agosto ore 16:30 al“Marcello Torre” di Pagani. I settori aperti per i tifosi della Paganese saranno solo ed esclusivamente i Distinti e la Tribuna. Le rivendite autorizzate sono: Gusto Cafè in via S. Domenico 4 e Agenzia Snai “La Biga” in via A. De Gasperi 22.

Da www.paganesemania.it

19.8.16

Granello in condizioni precarie: Reggina-Paganese di Coppa Italia si giocherà al Torre.


Niente più trasferta al Granillo per la Paganese. La seconda giornata di Coppa Italia diLega Pro girone M fra la Reggina e gli azzurrostellati, infatti, si giocherà al Marcello Torre. Il club amaranto ha chiesto l'inversione di campo per problematiche relative al terreno di gioco, che non sarebbe in buone condizioni, come dimostra la foto di ReggioNelPallone. Così, laPaganese ha accettato di procedere al cambio di campo, col match che si giocherà sempre domenica con inizio alle ore 16:30. Nelle prossime ore saranno comunicati prezzi e modalità di accesso per assistere alla gara.

Di seguito il Comunicato Ufficiale della Lega Pro sulla gara Reggina-Paganese

La Lega, vista la richiesta avanzata dalla società Reggina stante la temporanea indisponibilità del campo di gioco della stessa, a ratifica degli accordi intercorsi tra le società interessate e preso atto dei nulla-osta della società Vibonese, ha disposto che la gara indicata in oggetto DOMENICA 21 AGOSTO 2016 venga disputata a PaganiStadio Comunale “M. Torre”, con inizio alle ore 16,30.

Da www.paganesemania.it

18.8.16

Mercato: ufficiale Zerbo, ma scoppia la grana Micale e la Paganese prende un nuovo portiere.


Ora è ufficiale l'arrivo di Gabriele Zerbo, attaccante classe '94, da giorni in prova con laPaganese. Il giocatore aveva convinto già da tempo Grassadonia ma il suo ingaggio è stato ufficializzato soltanto questa sera perchè, avendo Zerbo giocato l'ultimo arrivo con ilConcordia nella Serie A rumena, l'iter per il tesseramento è diverso e più lungo rispetto a quelli standard. Nonostante ciò, l'attaccante palermitano (nella foto), che ha firmato un contratto annuale, sarà disponibile non appena arriverà transfer internazionale, quindi potrebbe comunque saltare la sfida di domenica contro la Reggina al Granillo
Contestualmente, il club azzurrostellato ha comunicato anche l'arrivo in prestito per un anno del portiere Andrei Chiriac. Rumeno, classe '97, il giocatore arriva dal Modena, anche se nell'ultimo campionato ha difeso i pali della Correggese in Serie D, totalizzando 37 presenze fra campionato e playoff. L'arrivo di Chiriac potrebbe di fatto chiudere le porte a Gianluca Micale, che meno di una settimana fa aveva sottoscritto un contratto annuale e si era presentato con queste parole: "Appena ho saputo dal mio procuratore la possibilità di venire a Pagani non ci ho pensato nemmeno un secondo. Sono a disposizione del mister per farmi trovare pronto quando ce ne sarà bisogno. Marruocco è il mio idolo e sono onorato di potermi allenare insieme a lui e crescere sotto i suoi consigli. Prometto tanto impegno per questa maglia". Peccato però che, dopo il primo allenamento, il portiere foggiano abbia chiesto un permesso per motivi familiari, promettendo di rientrare per domenica 14. Invece ad oggi non è ancora rientrato. Anche Grassadonia è apparso infastidito dall'atteggiamento di Micale che, al suo ritorno, farà le sue valutazioni insieme alla società. Per qualche giorno, prima dell'arrivo di Chiriac, si era allenato con la Paganese anche Domenico Liccardo, classe '96, exFrancavilla, ma il portiere non ha superato il periodo di prova. Stesso destino per l'attaccanteCurcio ex Renate, il quale oggi ha salutato il gruppo. 

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

Calendario: in notturna a Matera, con la Casertana alle 16.30. Il programma delle prime tre giornate.

Esordio in notturna per la Paganese di Grassadonia che, nella seconda giornata di campionato, domenica 4 settembre alle ore 20.30 affronterà il Matera di Auteri. Sette giorni dopo, invece, il fischio d'inizio del primo derby stagionale, che vedrà la Casertana ospite al"Torre", è fissato alle ore 16.30. Rinviata a data da destinarsi come la gara con il Virtus Francavilla, inizialmente in programma domenica 28. 

Di seguito il programma completo:

PRIMA GIORNATA | 27/28 AGOSTO

AKRAGAS - VIBONESE | Domenica Ore 16.30
CATANIA - JUVE STABIA (*) | Sabato Ore 16.30
CATANZARO - COSENZA | Domenica Ore 16.30
FOGGIA - FIDELIS ANDRIA | Domenica Ore 20.30
FONDI - REGGINA | Domenica Ore 16.30
MELFI - CASERTANA | Domenica Ore 16.30
MESSINA - SIRACUSA | Domenica Ore 20.30
MONOPOLI - LECCE | Domenica Ore 16.30
PAGANESE - VIRTUS FRANCAVILLA | RINVIATA
TARANTO - MATERA | Domenica Ore 20.30
(*) anticipo disposto per concomitanza con altro evento

SECONDA GIORNATA | DOMENICA 4 SETTEMBRE  

CASERTANA - MONOPOLI | Domenica Ore 20.30
COSENZA - TARANTO | Domenica Ore 20.30
FIDELIS ANDRIA - CATANIA | Domenica Ore 20.30
JUVE STABIA - MELFI | Domenica Ore 16.30
LECCE - AKRAGAS | Domenica Ore 20.30
MATERA - PAGANESE | Domenica Ore 20.30
REGGINA - MESSINA | Domenica Ore 16.30
SIRACUSA - FOGGIA | Domenica Ore 16.30
VIBONESE - FONDI | Domenica Ore 16.30
VIRTUS FRANCAVILLA - CATANZARO | Domenica Ore 16.30

TERZA GIORNATA | DOMENICA 11 SETTEMBRE

AKRAGAS - REGGINA | Domenica Ore 16.30
CATANIA - FONDI | Domenica Ore 16.30
CATANZARO - FIDELIS ANDRIA | Domenica Ore 16.30
FOGGIA - VIBONESE | Domenica Ore 20.30
MATERA - COSENZA | Domenica Ore 20.30
MELFI - LECCE | Domenica Ore 16.30
MESSINA - VIRTUS FRANCAVILLA | Domenica Ore 20.30
MONOPOLI - JUVE STABIA | Domenica Ore 20.30
PAGANESE - CASERTANA | Domenica Ore 16.30
TARANTO - SIRACUSA | Domenica Ore 20.30 

Da www.paganesemania.it

17.8.16

Paganese-Vibonese 0-2: azzurrostellati sconfitti nell'esordio stagionale in Coppa Italia.

PAGANESE: Marruocco, Carotenuto (17’st Festa), Trotta, Pestrin, Longo, Mansi, Della Corte, Bernardini, Sburlino (23’st Stoia), Cicerelli, Caruso. A disp. Maione, Califano, Marino, Cavaliere, Borrelli. All. Grassadonia

VIBONESE: Russo, Franchino, Paparusso, Tindo (15’ Rossetti), Manzo, Sicignano, Chiavazzo, Legras, Saraniti (38’st Lettieri), Leonetti, Scapellato (23’st Giuffrida). A disp. Cetrangolo, Cinquegrana, Buda, Caridi, Surace, Mengoni. All. Costantino

ARBITRO: Luca Detta di Mantova (Santoro – Vettorel)
MARCATORI: 25’st Saraniti, 33’st Rossetti
NOTE: Spettatori 400 circa. Recupero: 0'pt, 3'st. Angoli: 1-1.

Inizia con una sconfitta la nuova stagione della Paganese che, all’esordio in Coppa Italia, viene sconfitta dalla Vibonese per due a zero. Discrete le indicazioni ottenute al termine della gara, Cicerelli e il baby Bernardini su tutti, nonostante i pochi allenamenti ed una squadra che è ancora un cantiere aperto.

Formazione ultra-sperimentale per Grassadonia che, oltre ai pochi calciatori gia ufficializzati, è costretto a schierare anche quattro elementi della Berretti nella prima gara ufficiale. Nonostante ciò il tecnico azzurrostellato non vara il suo credo tattico: 4-3-3 con Pestrin subito al centro della mediana e con CicerelliCaruso e il baby Sburlino a comporre il tridente offensivo.

Pronti, via e la Paganese dopo appena trenta secondi sbanda: errore in fase di disimpegno, la palla giunge Scapellato che vede respingere la sua velenosa conclusione da Marruocco in presa bassa. C’è più Vibonese nella prima parte di gara con gli azzurrostellati che, complici i carichi di preparazione, badano a contenere cercando poi di ripartire velocemente. Come accade al quarto d’ora con Sburlino che, al momento della conclusione, viene anticipato dalla difesa calabrese. Alla  mezzora Vibonese vicina al vantaggio: Saraniti recupera palla, assist per Chiavazzo che da buona posizione manda di poco a lato. Sul finale si sveglia laPaganeseSicignano devia la velenosa conclusione di Caruso, dal successivo angoloBernardini manda a lato da buona posizione.

In avvio di ripresa è lo stesso centrocampista classe ’98 a rendersi pericoloso ma, dopo un’azione solitaria di Cicerelli, spara alto. Al quarto d’ora la Vibonese sciupa una doppia ghiotta opportunità: Leonetti da due passi manda a lato; pochi istanti dopo Saraniti con una splendida volee colpisce il palo. Vantaggio che giunge al 25’ quando Pestrin atterra in areaRossetti, dagli undici metri Saraniti non sbaglia. Sette minuti dopo arriva il raddoppio conRossetti che dai 25 metri batte Marruocco

Da www.paganesemania.it

12.8.16

Subito in gruppo Herrera e Mansi. Si aggregano il portiere Liccardo e l'attaccante Curcio.


Programma ricco e pieno di lavoro quello di oggi per la Paganese, che continua a sudare sul sintetico di Siano. Anche oggi doppia seduta per gli azzurrostellati, col gruppo che continua a crescere di numero, fra elementi in prova e contrattualizzati. Questa mattina si sono aggregatiDavide Mansi ed Eric Herrera, che sono due giocatori della Paganese (per il panamense manca solo l'ufficialità). In prova, invece, oltre ai tanti ragazzi che da mercoledì sono in squadra, si sono aggiunti il portiere Domenico Liccardo, classe '96, reduce da tre campionati da titolare in D, l'ultimo col Francavilla, e l'attaccante Alessio Curcio. Quest'ultimo, classe '90 e originario di Benevento, è un esterno offensivo che nelle ultime due stagioni ha vestito la maglia del Renate (12 partite e un gol l'anno scorso). Entrambi saranno valutati dallo staff tecnico che deciderà se tenerli o meno. A proposito di portieri, non si è allenato questo pomeriggio il neo portiere della PaganeseGianluca Micale. Il classe '92, che ieri ha firmato il contratto con gli azzurrostellati, è ritornato a casa per risolvere delle sopraggiunte questioni familiari, ma già domenica dovrebbe far ritorno in gruppo. Aggregato anche il giovanissimoGennaro Cavaliere, classe '99, nell'ultimo campionato al Monteruscello: farà parte della formazione Berretti.
Questa mattina prettamente lavoro atletico con il preparatore dei portieri Sergio Giovani, mentre nel pomeriggio il gruppo è stato preso in consegna da Grassadonia Fusco. Come sempre il primo ha lavorato con gli attaccanti, il secondo con i difensori, eseguendo una serie di esercitazioni tattiche dedicate, dopo un'esercitazione a gruppo unito sui movimenti in fase di possesso. L'allenamento pomeridiano si è concluso con una partitella a tema e a campo ridotto. Non vi ha preso parte l'ultimo arrivato Herrera, il quale si è sottoposto ad esercizi di potenziamento con Giovani.

Danilo Sorrentino per paganesemania

10.8.16

Gruppo giovane e con pochissima esperienza: ecco chi sono i 16 che partono per il pre-ritiro.

Sono 16 i giocatori che da oggi inizieranno la preparazione con la Paganese agli ordini del tecnico Gianluca Grassadonia. Un gruppo estremamente giovane, con zero esperienza inLega Pro (eccezion fatta per i riconfermati dell'anno scorso), poca qualità e che dovrà ovviamente essere rinforzato a dovere: l'impressione è che per fine mese la rosa dovrà essere completamente stravolta, se non in toto almeno in larghissima parte. Mancano in pratica tutti gli over (per ora sono solo in due), gli under provengono tutti dai dilettanti, nessuno da vivai di squadre di categoria superiore. Volti noti e volti sconosciuti ci saranno sul sintetico di Siano a disposizione dello staff. Non ci sono, come annunciato nella prima serata, Carcione eSirignano: il primo è già tornato al Catanzaro, il secondo è in stand-by. Due perdite pesanti, proprio in extremis, che vanno a complicare ulteriormente il lavoro sul mercato del ds Fabrizio Ferrigno e del coordinatore dell'area tecnica, Antonio Bocchetti.

LE CONFERME - I volti noti sono quelli dello scorso anno. Si doveva ripartire da un'ossatura che doveva comprendere Marruocco, Della CorteSirignanoCarcioneDeliCunzi eCicerelli, ma le dinamiche del mercato hanno portato il difensore nolano, il playmaker e la "zanzara" lontano dalla PaganeseCarcione Cunzi sono ormai giocatori del Catanzaro,Sirignano sta valutando le offerte che gli stanno arrivando in questi giorni. Gli unici riconfermati della passata stagione, di fatto, restano il portiere e capitanoVincenzo Marruocco ('79), ormai una colonna portante della Paganese, il terzino Giovanni Della Corte ('95) il cui prestito col Pontedera è stato rinnovato, il centrocampista Francesco Deli ('94) che resta comunque oggetto del desiderio di diverse squadre, e l'attaccanteEmmanuele Cicerelli ('94), reduce dall'operazione al menisco mediale del ginocchio sinistro effettuata a metà maggio. 

I NUOVI - Tantissimi, invece, saranno i nuovi giocatori coi quali dovrà relazionarsi lo staff tecnico in questi primi giorni, in attesa di necessari e urgenti movimenti sul mercato. Ovviamente ci sono il terzino Leonardo Longo e l'esterno d'attacco Simone Caruso, entrambi classe '95, arrivati in serata dal Catanzaro (a titolo temporaneo) nell'operazione che ha portato Imperio Carcione in giallorosso. I due hanno svolto regolarmente il ritiro agli ordini di mister Erra e ora sono pronti per questa nuova avventura. Gli altri giovani, si presume siano in prova, dato che ancora non sono stati ufficializzati dal club azzurrostellato. 

Gianmarco Rizzo ('94) è un difensore centrale, ma può adattarsi anche sulla corsia laterale, e l'anno scorso è stato in Serie D dividendosi fra Spoleto Gallipoli (25 presenze in totale).Giuseppe Gabbiano ('96), invece, terzino destro nativo di Scafati, è reduce da due campionati di Serie D fra Sorrento Sarnese. Passando ai centrocampisti, troviamoGaetano Li Muli ('96) e Davide Miocchi ('96). Il primo l'anno scorso era in forza al Picerno, compagine retrocessa in Eccellenza, mentre il secondo, un'ala sinistra, è stato al Potenza, sempre in D. Elemento dalle buone qualità, nell'ultimo campionato è stato frenato da uno strappo muscolare alla coscia. Due volti nuovi anche in attacco. Oltre a Filippo Troiani ('97), ala destra che nella passata stagione ha giocato nella Berretti del Teramo, figura nell'elenco anche un over, l'unico della rosa insieme al portiere Marruocco. Si tratta di Alessandro Padovani Celin ('89), attaccante italo-brasiliano che non suscita troppa fantasia, ingaggiato lo scorso settembre dalla Juve Stabia (5 le gare disputate con le vespe nell'arco del campionato). In precedenza aveva giocato nel Volyn Lutsk, squadra ucraina. 

DALLA BERRETTI - Per incrementare il numero del gruppo a disposizione di Grassadonia si è scelto di aggregare anche alcuni giovani della Berretti che già nella passata stagione, chi più chi meno, si sono allenati con la prima squadra. Fra questi il portiere Domenico Maione ('98), il quale nel girone di ritorno è stato il terzo portiere a tutti gli effetti alle spalle di Borsellini, passato in prestito all'Udinese, e il centrocampista Mariano Bernardini ('98). Gli altri due inseriti in lista sono gli attaccanti Raffaele Stoia ('98) e Ciro Sburlino ('98), che ad inizio luglio la Paganese aveva ceduto in prestito alla Pianese in D.

Danilo Sorrentino - www.paganesemania.it

4.8.16

Ecco i gironi di Lega Pro: la Paganese inserita nel girone C.


Nel pomeriggio di oggi, mentre il Consiglio Federale ammetteva in via provvisoria laPaganese in Lega Pro (leggi qui la notizia), il Consiglio Direttivo della Lega Pro, prendendo atto delle decisioni prese dal Consiglio Federale anche in termini di ripescaggio, ha provveduto a stilare i gironi per il campionato 2016/2017. Il Consiglio Federale ha ripescato MelfiFondiLupa RomaOlbiaRacing Club Roma (ex Lupa Castelli Romani),ForlìTarantoReggina Vibonese. Il Fano è stato ammesso in sostituzione delloSporting Bellinzago, quindi non pagherà i 250mila euro a fondo perduto, mentre l'Albinoleffe resta in attesa (i bergamaschi sono stati ripescati anche l'anno scorso). Al momento l'organico è di 59, in attesa dei ricorsi di Monza Cavese, che hanno tempo fino al 10 agosto per ricorrere avverso la decisione odierna. Qualora non vengano accolti i ricorsi, l'Albinoleffe sarà la 60esima compagine. 
Riguardo ai gironi, confermate le indiscrezioni delle scorse settimane. Girone C prettamente meridionale, gli altri due gironi sono "misti". La Paganese è stata inserita nel girone C. Questi i tre gironi:

Girone A: Alessandria, Arezzo, Carrarese, Como, Cremonese, Giana Erminio, Livorno, Lucchese, Lupa Roma, Olbia, Piacenza, Pistoiese, Pontedera, Prato, Pro Piacenza, Racing Roma, Renate, Robur Siena, Tuttocuoio, Viterbese. 

Girone B: X, Ancona, Bassano, Fano, FeralpiSalò, Forlì, Gubbio, Lumezzane, Maceratese, Mantova, Modena, Padova, Parma, Pordenone, Reggiana, Sambenedettese, Santarcangelo, Sudtirol, Teramo, Venezia.

Girone C: Akragas, Casertana, Catania, Catanzaro, Cosenza, Fidelis Andria, Foggia, Fondi, Juve Stabia, Lecce, Matera, Melfi, Messina, Monopoli, PAGANESE, Reggina, Siracusa, Taranto, Vibonese, Virtus Francavilla. 

Sono stati pubblicati anche i gironi della Coppa Italia Lega Pro. La Paganese è stata inserita nel Girone M insieme a Reggina Vibonese. Le gare si giocheranno il 17, il 21 e il 24 agosto.

Da www.paganesemania.it

Paganese ammessa "con riserva" in Lega Pro. Sarà decisiva la trattazione al TAR del 30 agosto. Gli azzurrostellati salteranno la prima di campionato.

Il Consiglio Federale di oggi avrebbe deciso di ammettere con riserva la Paganese, in attesa del giudizio nel merito del Tar del Lazio, fissato per il 30 agosto. Questa sarebbe la decisione presa dalla Figc, dopo la sospensiva ottenuta nella giornata di ieri dalla Paganese, colPresidente Riccardo Savoia del Tar del Lazio che, nel concedere questa misura cautelare agli azzurrostellati, ne disponeva l'ammissione al campionato di Lega Pro 2016/2017. 
La Paganese, quindi, comparirà regolarmente negli organici della Lega Pro che saranno stilati nel tardo pomeriggio, in attesa della trattazione collegiale di fine mese in camera di consiglio. L'ammissione sarà definitiva qualora il ricorso della Paganese fosse accolto anche nel merito, dopo il primo passaggio positivo di ieri, e venisse confermato l'annullamento del provvedimento di esclusione dalla Lega Pro. L'avvocato dello stesso club azzurrostellato,Lorenzo Lentini, si è detto fiducioso e speranzoso nel buon esito della questione (leggi qui l'intervista di stamattina), sottolineando che il merito non dovrebbe ribaltare la pronuncia di ieri. Per evitare che il campionato venga falsato, è quasi certo lo slittamento della prima giornata per gli azzurrostellati, che dunque non esordiranno il 28 agosto, ma il weekend successivo. Se supererà anche quest'altro scoglio. 

Seguiranno aggiornamenti.

Da www.paganesemania.it

3.8.16

Paganese riammessa in Lega Pro, Deli lascia la Salernitana.


In attesa di definire la posizione di Ronaldo e Bacinovic, la Salernitana non aveva ufficializzato neanche Francesco Deli. Il motivo? Si aspettava l’esito del ricorso inoltrato dalla Paganese al TAR del Lazio relativo all’esclusione dal torneo di Lega Pro. Incredibilmente il sodalizio azzurrostellato è stato riammesso in terza serie e, almeno per ora, si prepara a disputare il campionato regolarmente. Non sono esclusi nuovi colpi di scena, ma intanto Deli ha dovuto lasciare il ritiro di Sarnano e raggiungere Pagani rispettando il contratto in essere e, quindi, nuovamente valido. A questo punto la Salernitana potrebbe avviare una trattativa sulla base di uno scambio (si parla di Grillo, si sarebbe proposto anche l’ex Pestrin) o mollare definitivamente la presa e dirottare altrove le proprie attenzioni. Il Foggia ha già bussato alla porta della Paganese chiedendo informazioni, di certo c’è che la Salernitana, al tre agosto, è ancora incompleta in tutti i reparti e bisognerà accelerare a maggior ragione dopo l’addio odierno di Deli.

Da granatissimi.com - Gaetano Ferraiuolo

La gioia di Grassadonia e Bocchetti: "Notizia bellissima, ora non c'è tempo da perdere".


Una delle prime telefonate dopo la notizia della riammissione in Lega Pro che dovrà essere ratificata domani dal Consiglio FederaleRaffaele Trapani l'ha fatta al tecnico Gianluca Grassadonia. Sulle colonne del nostro sito, pochi giorni fa, il trainer salernitano si era congedato con grande amarezza. Neppure lui sperava in questo colpo di scena clamoroso che riporta gli azzurrostellati in terza serie. E così, un paio d'ore dopo la chiamata del presidente,Grassadonia è arrivato in sede, accolto dal bagno di folla dei tifosi che lo hanno acclamato. Dopo l'abbraccio con gli addetti ai lavori e prima di iniziare a pianificare la stagione ormai imminente, Grassadonia ha voluto dire la sua su quello che è accaduto in questo pazzo caldo pomeriggio di inizio agosto. 

"Credo che notizia più inaspettata e bella non si potesse ricevere. Abbiamo trascorso tutti una brutta estate, ma questa notizia di oggi è il giusto merito ad un uomo che non si è mai abbattuto, ha continuato sempre a lottare, ha regalato un sogno ad una tifoseria intera, a chi credeva in questo progetto. Quando ho ricevuto la chiamata del presidente alle 14 ero incredulo, ma è bello tutto questo. Sarà ancora più bello adesso cercare di intraprendere un cammino che abbiamo lasciato qualche mese fa". Ora non c'è tempo da perdere, si deve ripartire da questo entusiasmo. "E' bello vedere tanto affetto ed è anche giusto perchè in un attimo si è riavuta una Lega Pro persa immeritatamente. Dobbiamo dare maggiore forza al presidente che mi auguro voglia fare una squadra ancora più importante di quelle che erano le sue intenzioni. Io partirei stasera, anche con due giocatori. C'è da programmare tutto, bisogna individuare altri giovani perchè quelli che avevamo chiuso ormai si sono accasati, i programmi sono cambiati. Eravamo partiti prima per fare presto, ora parlerò con direttore e società per fare quanto meglio possibile".

Si è messo subito a lavoro anche il responsabile dell'area tecnica, Antonio Bocchetti, il cui telefono è diventato di nuovo bollente. "Questa notizia è bellissima, noi eravamo in sede per capire cosa fare, poi abbiamo saputo della riammissione e c'è stato un vero e proprio boato. Ora viene il difficile. Avevamo stilato un programma ben delineato, ma per cause di forza maggiore ci siamo fermati. Avevamo messo buone basi non concretizzate, vogliamo fare una buona squadra, bisogna approfittare di questo rinnovato entusiasmo. E' tardi? L'anno scorso siamo partiti l'ultimo giorno di mercato eppure abbiamo fatto un buon campionato". Rientreranno subito Deli Carcione, che si erano aggregati rispettivamente aSalernitana Catanzaro nello scorso fine settimana. I giocatori non saranno svincolati d'ufficio. "Abbiamo dato questa bella notizia a tutti e due, l'hanno presa bene. Sono rimasti contenti, fino all'altro ieri hanno atteso la Paganese, sono stati uomini prima e poi calciatori. Abbiamo chiamato i segretari delle due società dicendo di fermarli e di non farli allenare, perchè i ragazzi sono e restano della Paganese". 

Danilo Sorrentino per paganesemania.it

Un Presidente, c'è solo un Presidente!

Il Presidente Raffaele Trapani posa con la maglia del novantesimo dopo aver appreso la notizia della riammissione della Paganese in Lega Pro.

E' tutto vero: anche il sito della Città di Salerno lo ufficializza: PAGANESE RIAMMESSA IN LEGA PRO.