27.9.14

Miccoli piega una bella Paganese.

LECCE – Torna a perdere la Paganese, dopo la vittoria di mercoledì sera contro il Messina, ma lo fa disputando una partita gagliarda, che avrebbe di certo meritato miglior sorte. Nonostante la sconfitta per 1-0 infatti, la squadra di Cuoghi conferma tutti i progressi già mostrati nella gara contro i peloritani, giocando alla pari contro i quotati avversari e non lasciandosi abbattere, contrariamente a quanto accadeva fino ad una settimana fa, dallo svantaggio arrivato quasi subito ad opera di Miccoli. Caglioni ha dovuto parare molto per difendere le rete iniziale del compagno, segno tangibile di una pressione continua che non pochi problemi ha creato ai salentini. Tante indicazioni positive quindi, nonostante il risultato negativo, per Cuoghi. Di questo passo, non ci vorrà molto per abbandonare le sabbie mobili della classifica.

Cuoghi va avanti con il suo 3-5-2. Senza Girardi, in attacco, accanto a Caccavallo c’è Bussi. Confermato Paterni sulla destra, con Vinci dall’altra parte. Solito terzetto in mediana composto da Deli, Calamai ed Herrera, così come in difesa, dove agiscono Tartaglia, Moracci e Bocchetti. Tra i pali rientra Marruocco.

Herrera dopo quattro minuti prova a spaventare Caglioni, il portiere giallorosso è attento. L’occasione non spaventa i salentini, in vantaggio già al 13′ con Miccoli. La risposta della Paganese arriva al 25′, non un granchè per la verità, su calcio di punizione di Herrera respinto con i pugni da Caglioni. Due minuti dopo è il Lecce a sfiorare il raddoppio, evitato solo da una spericolata uscita di Marruocco su Miccoli lanciato a rete da Doumbia. Il Lecce controlla il match, ma questa volta la Paganese dimostra di saper reagire al gol subito, premendo nella metà campo leccese e andando anche vicina al pareggio al 39′ quando un bel cross dalla sinistra di Caccavallo non trova la correzione vincente di testa di Bussi, la palla giunge poi a Paterni, la cui conclusione termina fuori. Al 42′ risponde Della Rocca, un colpo di testa bloccato senza troppi problemi da Marruocco. Il primo tempo si chiude senza altre emozioni.

Nella ripresa, Donida rileva Carrozza nel Lecce. A menar le danze sono però gli ospiti. Davvero convincente la veemenza con cui la squadra di Cuoghi cinge d’assedio l’area salentina. Deli al 6′ avrebbe un’occasione d’oro per pareggiare, ma la spreca non trovando l’impatto con la sfera a pochi passi dalla porta. Due minuti dopo è la volta di Herrera tentare il colpo grosso dalla distanza, la palla si perde altissima. Cuoghi prova a dare sostanza al suo attacco inserendo Malcore al posto dell’evanescente Bussi. Entra anche Baccolo al posto di Calamai. Al 23′ è Caccavallo a mancare il pari con una semirovesciata sventata da Caglioni che diventa poi superlativo due minuti dopo su conclusione dalla distanza di Deli. La Paganese meriterebbe il pari, Cuoghi rompe gli indugi inserendo suo figlio Marco al posto di Paterni. Il cambio espone inevitabilmente la squadra a qualche rischio. Tartaglia evita il raddoppio dei padroni di casa togliendo il pallone dai piedi del nuovo entrato Moscardelli anticipandolo letteralmente sulla linea di porta. Caccavallo ci prova ancora dalla distanza al 41′, ma Caglioni blocca. Malcore, a tre minuti dal termine tiene ancora in vita i suoi sventando sulla linea di porta, di nuovo su tiro di Moscardelli. Le speranze degli azzurrostellati s’infrangono sui guantoni di Caglioni proprio al 94′ quando il portiere salentino, con un’altra prodezza, vola all’incrocio a sventare un calcio di punizione di Caccavallo. Al termine dei quattro minuti di recupero concessi, l’arbitro decreta col triplice fischio la sconfitta della Paganese, questa volta però, Caccavallo e compagni escono dal campo a testa altissima.

Fonte: www.campaniagoal.it

No comments: