21.10.14

Vincenzo De Liguori entra nella Top 11 di TuttoLega Pro del girone C.

Nella nona giornata del campionato di Lega Pro girone C si conferma l’equilibrio praticamente assoluto che governa i quartieri alti. Tra la prima e la sesta della classifica ci sono 3 punti, ma è sufficiente lo 0-0 dellaSalernitana prima in classifica aBenevento contro l’altra prima della classe per dimostrare che non è affatto facile avere un solo vincitore. Si fa sotto la Casertana, che supera in casa nei minuti conclusivi ilBarletta e va al terzo posto insieme con il Catanzaro che, battendo l’Ischia, si riprende a sua volta da una fase non semplice. Soffre la Lupa Roma che però riesce a portare a casa il pareggio per 1-1 con la Reggina (penalizzata ieri), e continua a non perdere laJuve Stabia che attraverso il risultato di parità tiene il Lecce a distanza. Inaspettate le sconfitte del Matera in casa con il Cosenza e della Vigor Lamezia a Messina, ma è al Marcello Torre di Pagani che si verificano più emozioni: doppietta di Giacomarro per ilMelfi, rimonta della Paganese con Caccavallo e De Liguori. La sconfitta sul terreno delMartina Franca costa l’esonero all’allenatore dell’Aversa Normanna Raffaele Novelli. Continua a cogliere risultati positivi il Foggia, che batte in casa il Savoia.

Vi proponiamo ora la formazione della settimana nel girone C secondo TuttoLegaPro.com.

PORTIERE

Nicholas Caglioni (Lecce): in almeno un paio di circostanze riesce a salvare la propria porta a Castellammare contro un avversario ben motivato.

DIFENSORI

Maurizio Lanzaro (Salernitana): riesce a guidare la propria difesa in maniera coraggiosa e autorevole, pur sapendo che di fronte c’è uno degli attacchi più insidiosi della Lega Pro.

Riccardo Idda (Casertana): va in rete contro un Barletta deciso a non concedere alcunché all’avversario, sfruttando la propria capacità di segnare sui calci piazzati.

Samuele Romeo (Juve Stabia): senza il suo gol la squadra non avrebbe potuto recuperare, contro un Lecce molto deciso.

CENTROCAMPISTI

Vincenzo De Liguori (Paganese): era al suo debutto in campionato, c’era bisogno di lui per dare ordine alla linea mediana e ha svolto il suo dovere, segnando anche un gol che vale il pareggio.

Manolo Pestrin (Salernitana): solito combattente del centrocampo. È la partita fatta apposta per lui, così come lo sono state anche altre gare precedentemente giocate.

Dario Giacomarro (Melfi): a 19 anni il calciatore palermitano riesce a dare un senso alla sua prima gara come titolare in una prima squadra, indovinando due inserimenti perfetti.

Gaetano Iannini (Matera): altro doppiettista della giornata appena trascorsa. Dei centrocampisti lucani continua a essere quello più vispo.

ATTACCANTI

Adriano Montalto (Martina): non è abituato a segnare marcature multiple e lui ci riesce in uno scontro diretto. Resta da capire se tutta la squadra martinese ne trarrà giovamento anche nelle prossime gare.

Giuseppe Caccavallo (Paganese): guida la riscossa dei suoi sul punteggio di 2-0 per il Melfi, realizza una rete su pallonetto e poi gli azzurrostellati ci credono di più. È rivitalizzante.

Sacha Cori (Cosenza): nel 3-2 rifilato al Matera realizza due gol che salvano la panchina dell’allenatore Cappellacci.

L’ALLENATORE

Roberto Cappellacci (Cosenza): la squadra vince, riesce a farlo su un campo difficilissimo come quello di Matera, e soprattutto vince per la volontà di "salvare" il tecnico, il quale era atteso a una prova d'appello.

da tuttolegapro.com

No comments: