4.12.14

Sottil alle prese con i problemi in difesa. Bocchetti: "Pronto a giocare al centro".

PAGANI – Moracci squalificato e Vinci infortunato, per Andrea Sottil i grattacapi maggiori riguardano il reparto arretrato. Nella doppia seduta di allenamento sostenuta ieri dai suoi, il tecnico azzurrostellato, oltre alle canoniche esercitazioni atletiche ed il lavoro tecnico tattico ha dovuto prendere atto delle condizioni fisiche di alcuni suoi calciatori. Oltre a Deli, che sta continuando nel programma riabilitativo per il recupero dall’infortunio muscolare, e Bussi, alle prese con la contusione al collaterale del ginocchio destro, permane il problema Vinci, che sarà sottoposto nelle prossime ore ad ulteriori accertamenti diagnostici, in base ai quali sarà possibile capire i tempi di recupero. Fortunatamente per il tecnico, rientrerà, dopo i due turni di squalifica comminatigli dal giudice sportivo, dopo l’espulsione rimediata nel derby con il Benevento, il mancino Bocchetti. Per lui pressoché certo lo spostamento al centro della difesa, con la conferma di Armenise sulla sinistra: «Ma quell’espulsione – si rammarica ancora oggi –proprio non la digerisco. Non avevo offeso nessuno, stavo semplicemente protestando per la concessione del calcio di rigore al Benevento. Le due giornate mi sono sembrate eccessive, ma purtroppo il regolamento è questo e bisogna accettarlo. Credo però che qualcosa vada rivisto, perchè oggi in Lega Pro discutere con gli arbitri è diventato impossibile». In ogni caso, benedetto il suo ritorno, vista l’emergenza difensiva: «Se dovessi essere spostato al centro – afferma il difensore – non ci sarebbe nessun problema. L’importante è affrontare l’Aversa Normanna con la dovuta concentrazione. Non affidiamoci troppo alla classifica, si tratta di uno scontro diretto per la salvezza contro una squadra compatta che sa cosa fare in campo. In Lega Pro partite facili non esistono, anzi, spesso le più complicate sono proprio queste, dove rischi di andare incontro a brutte figure se non affronti l’impegno con la dovuta attenzione».

da www.campaniagoal.it

No comments: