6.12.14

Sottil non sottovaluta l'Aversa: "Voglio una Paganese in tuta da lavoro".



E' cominciato il mese di dicembre per la Paganese. Tre gare (Aversa, Catanzaro e Martina) per cercare di chiudere al meglio l'anno solare e proiettarsi alla seconda parte di stagione con maggiore tranquillità. Si parte dalla sfida del Bisceglia, che Andrea Sottil non sottovaluta, visto il momento che sta vivendo la compagine granata. "In questo girone tutte le partite sono difficili e tirate, per un motivo o per un altro. Ci siamo preparati bene - sottolinea l'allenatore azzurrostellato - come sempre facciamo, essendo consapevoli della nostra crescita. Con il giusto rispetto ed umiltà nei confronti dell'Aversa Normanna, che ha ottenuto risultati importanti nelle ultime partite, ho chiesto ai ragazzi un buon approccio, mi aspetto di vedere un aspetto caratteriale sin da subito forte e poi siamo convinti che possiamo giocarci le nostre chance, dato che le situazioni offensive le abbiamo sempre trovate". E' la difesa il reparto dove potrebbero esserci maggiori cambiamenti, dato che Vinci è infortunato e Moracci sconta un turno di squalifica. Sottil, però, non ne fa un dramma. "Chi è andato in campo ha dimostrato in precedenza e dimostrerà anche domani di poter giocare e fare il titolare. Tutti i giocatori hanno capito che per me sono importanti. Credo che l'abito da indossare deve essere sempre la tuta da lavoro, dobbiamo darci da fare, e non indossare uno smoking o la cravatta: non è il vestito giusto per questo campionato. E questo è un atteggiamento che chiedo a tutti e lo sto vedendo: per me anche uno spezzone di partita può essere importante per valutare e fare delle scelte. Quindi domani deciderò con serenità. Riguardo a Vinci potevamo aspettarci una situazione del genere, perchè quando un giocatore rientra da un infortunio muscolare c'è sempre il rischio della recidiva e purtroppo non ci è andata bene stavolta. Il resto del gruppo, invece, Baccolo e Calamai compresi, sta bene". Sottil poi devìa e rinvia il discorso mercato, con la Paganese che valuterà nelle prossime settimane il da farsi nella finestra di mercato invernale. "Non è giusto parlarne ora - chiosa il tecnico piemontese -perchè non è il tempo. Dobbiamo parlare di Aversa Normanna: ci sono in palio punti importantissimi, dobbiamo concentrarci e dare tutto quello che abbiamo".

da www.paganesemania.it

No comments: