26.3.15

Derby con la Salernitana, il sindaco Bottone scrive al Prefetto: "Preoccupante il precedente del 2010".

La lettera inviata dal Sindaco di Pagani, Salvatore Bottone, alla Prefettura di Salerno, chiedendo di vietare la trasferta al Torre ai tifosi della Salernitana, in occasione del derby di mercoledì prossimo, ha una natura ben precisa. Almeno stando alle parole del primo cittadino di Pagani, il quale in un'intervista a Metropolis ha spiegato cosa lo ha spinto ad avanzare tale richiesta al prefetto vicario Cirillo e al questore Anzalone. «Ho scritto a prefetto e questore perchè tira brutta aria, ho espresso la mia preoccupazione perché la presenza di tanti tifosi della Salernitana al Marcello Torre può rappresentare un pericolo per l’ordine pubblico. Nasce tutto da un precedente che ho vissuto in prima persona, sulla mia pelle». La mente di Salvatore Bottone ritorna all'Arechi, in occasione della gara del 13 settembre 2010: Monday Night della Lega Pro, diretta tv su Rai Sport e serata di festa che dura solo 45'. Poi nel settore Distinti si scatena il parapiglia. Bottone, che all'epoca dei fatti era sindaco facente funzioni, quella serata se la ricorda bene. «Ero in Tribuna, vedevo di fronte a me gente scappare, invitavo indemoniato le forze dell’ordine a intervenire. Quelle scene mi sono tornate in mente in questi giorni. Ho saputo dai miei dirigenti comunali, già coinvolti nelle riunioni preliminari del Gos, che la situazione non è affatto serena. Leggo sui social network delle scaramucce, opposte fazioni che si promettono vendetta. Segnali sicuramente poco confortanti. Lo stadio Marcello Torre è situato al centro della città, gestire la situazione non sarà semplice. Ho segnalato queste criticità anche al comandante della tenenza dei carabinieri di Pagani, Gianfranco lannelli, oltre che alle autorità di pubblica sicurezza cui spetterà la decisione finale. lo vorrei che in ogni incontro di calcio prevalesse lo spirito dello sport. Però, mi ripeto, a Salerno si videro scene molto brutte, non possiamo correre il rischio che si ripetano».

© Paganesemania

No comments: