14.11.16

Top & Flop di Paganese-Foggia.

Termina sul risultato di 1-1 il match fra Paganese e Foggia al “Marcello Torre” di Pagani. Gara molto vivace e piacevole, con frequenti ribaltamenti di fronte e occasioni da una parte e dall’altra. Dopo appena sei minuti di gioco è Sarno a sbloccare il risultato con un mancino da fuori area non irresistibile sul quale Marruocco non è apparso attentissimo. Poi pian piano sono cresciuti i padroni di casa che hanno colto prima un legno con Cicerelli e poi al 43’ hanno pareggiato i conti con Camilleri, abile a insaccare dopo una traversa colpita sempre da Cicerelli direttamente da calcio di punizione. Nella ripresa meglio i padroni di casa che gli ospiti: ma al 75’ Sarno viene trattenuto da Pestrin in area e il direttore di gara assegna il penalty. Dal dischetto va Letizia che incrocia col destro, ma Marruocco si supera e smanaccia in corner. Nel finale a nulla è servito l’assalto dei satanelli: da segnalare all’83’ un gomito troppo largo di Martinelli che gli è costato l’espulsione.
Andiamo a vedere quali sono stati i Top & Flop della gara:

TOP

Cicerelli (Paganese)
: il numero 11 dei padroni di casa quest’oggi è letteralmente scatenato. Imprendibile quando decide di cambiare marcia: coglie due legni, il secondo, in particolare, genera il gol del pareggio di Camilleri. DECISIVO

Sarno (Foggia): non gioca una grandissima partita ma ha due grandi meriti: primo, quello di sbloccare la gara al 6’ con un mancino da fuori area; il secondo, quello di procurarsi il penalty al 75’ (fallo ingenuo di Pestrin). INCISIVO

FLOP

Pestrin (Paganese)
: il play classe ’78 gioca sostanzialmente una buona partita, sia nel chiudere i varchi che nel costruire. Tuttavia al 75’ rischia di mandare tutto alle ortiche con un fallo ingenuo in area di rigore su Sarno. TROPPA FOGA

Letizia (Foggia): entra in campo al 74’ per sostituire uno spento Padovan, ma, se possibile, fa molto peggio: sbaglia molti passaggi ma soprattutto si fa parare il tiro dagli 11 metri, rigore che poteva regalare 3 punti preziosissimi ai suoi. GIORNATA NO

da www.tuttolegapro.com

No comments: