8.12.16

Grassadonia: "Il Siracusa si è difeso ad oltranza. Sul gol tutti dovevano fare di più".

Pareggio che sa di beffa per la Paganese in casa contro il Siracusa. Al gol di Reginaldo infatti ha risposto Scardina: "Quando hai l'abnegazione e la pazienza di sbloccare il risultato contro una squadra che ha praticamente difeso più che ad oltranza - una squadra così arroccata e bassa e per niente propensa a giocare l'ho affrontata infatti poche volte - dispiace - sottolinea in sala stampa mister Gianluca Grassadonia. - Sapevamo che non sarebbe stato facile scardinarli, ma poi non puoi prendere gol su un traversone buttato in area, praticamente su una carambola. C'è amarezza, ma anche la consapevolezza che è stata fatta la partita. Non è facile trovare un centimetro tra le maglie avversarie quando sono così disposte in campo. C'è il dispiacere di non aver portato a termine la partita, nonostante i trenta traversoni da destra e sinistra".

Sul piano del gioco il tecnico prosegue: "A volte siamo stati precipitosi, ma giocare così non è mai semplice. A volte ci è mancato l'ultimo passaggio, ma quando siamo riusciti a sbloccarla, avremmo dovuto avere la tranquillità di giocare per trovare altri varchi. Quando loro cercavano il pari, noi avremmo dovuto cercare il secondo gol, invece abbiamo avuto il braccino corto, ma anche la tensione e poi siamo calati fisicamente".

Capitan Deli appare in involuzione: "Sta attraversando un periodo non facile, per i giocatori offensivi queste partite non sono facili perché non ci sono spazi. Si difendevano in maniera ossessiva". Ma aumenta la sintonia tra Reginaldo e Iunco: "Manca purtroppo la condizione, l'intenzione mia era di buttarlo (Iunco appunto, ndr) dall'inizio ma era troppo un azzardo".

Sull'avversario Grassadonia è duro: "Trovatemi due passaggi di fila del Siracusa. Perdevano quaranta minuti ad ogni rimessa con Santurro. Hanno fatto quello che volevano tutta la partita. Io guardo in casa mia, ma dall'altra parte mi piacerebbe una squadra che provasse a giocare".

Di certo c'è che si poteva fare di più sul traversone di Dentice: "Dovevamo chiudere sulla destra, tutti dovevano fare di più. Ci calciassero in porta perché fanno una bella azione, allora tanto di cappello. Ma così...".

da www.tuttolegapro.com

No comments: