25.2.17

Top&Flop di Melfi-Paganese 0-4

Si è conclusa da pochi minuti la gara fra Melfi e Paganese​, valida per la 27^ giornata del girone C, con il largo successo degli azzurrostellati per 0-4. Partita che non ha avuto storia, con i campani capaci di avere un ottimo approccio mentale nel confronto e trovando il vantaggio repentino, grazie alla deviazione aerea a centroarea di Tascone su angolo da sinistra. La reazione del Melfi è volenterosa, ma a stretto giro di posta arriva il raddoppio grazie a Firenze, il quale anticipa ancora di testa Gragnaniello su cross proveniente da sinistra. Il Melfi prova a rientrare in partita e si rende pericoloso con De Angelis, servito in area dalla verticalizzazione di un compagno, il suo destro si perde sul fondo. Chi sbaglia paga è il vecchio adagio del calcio: Tascone pesca Bollino, il quale cade dopo uno scontro con il portiere del Melfi e l'arbitro fischia il penalty fra le proteste di giocatori e pubblico di casa, ritenendo sulla palla l'intervento dell'estremo lucano. Batte Cicerelli Gragnaniello para, vincente è la scivolata di Firenze per il 3-0. Piove sul bagnato in casa gialloverde, infortunio per Mangiacasale al 34', sostituito da Bruno. Nella ripresa ci provano i padroni di casa, ma arriva anche la quarta rete che di fatto chiude la gara con netto anticipo grazie a Cicerelli, abile a rubar palla ed involarsi nella metà campo avversaria battendo Viola in uscita. Adesso vediamo i Top & Flop della gara: 

TOP

Nessuno nelle file del Melfi: tutti nell'ambiente lucano si attendevano una scossa dopo il terzo cambio in panchina: Diana aveva preso il posto di Bitetto, e c'erano aspettative da questa gara. Lo 0-4 odierno fotografa una situazione di una squadra molto fragile in tutti i reparti, e anche sotto il profilo mentale. Il tempo c'è ancora per recuperare, ma sicuramente 11 sconfitte consecutive sono un fardello pesante da sopportare e la via d'uscita della crisi appare ancora lontana. ARRENDEVOLI

Marco Firenze (Paganese): qualche preoccupazione in casa azzurrostellata la creava l'assenza di Reginaldo, Grassadonia sceglie l'ex attaccante della Robur Siena, e la sua scelta si rivela azzeccata. Si muove su tutto il fronte d'attacco mettendo costantemente in difficoltà la retroguardia avversaria. Siglando due reti e colpendo anche una traversa.MORTIFERO

FLOP

La difesa del Melfi: 57 reti in 27 partite sono davvero troppe, con questa retroguardia difficile poter parlare di salvezza in Lega Pro. Gli avversari segnano con una facilità irrisoria, qualcuno può dire che la rete arriva al primo tiro in porta degli avversari, però quando gli si lascia il tempo di concludere indisturbati all'interno della propria area c'è poco da recriminare. Urge cambiare rotta se si vuol sperare di raddrizzare la stagione.IMPRESENTABILI

Nessuno nelle file della Paganese: sarebbe senza senso mettere un calciatore dei campani in questa parte della nostra rubrica, fra l'altro sarebbe difficile trovare qualcuno che si sia espresso al di sotto della sufficienza. Terza vittoria consecutiva- per la prima volta in stagione- cinismo e determinazione unito alla mentalità giusta messa in mostra dalla truppa campana, continuando così sognare è lecito. PLAY-OFF PERCHE' NON PROVARCI?

Da www.tuttolegapro.com

No comments: