3.10.14

Cuoghi a caccia di soluzioni offensive per il derby.

PAGANI – AAA cercasi disperatamente cura per il mal d’attacco che affligge la Paganese da inizio stagione. Il dott. Cuoghi è ancora alla ricerca della medicina giusta in grado di guarire la sua squadra dall’anemia che ne sta condizionando il cammino. Il gol stenta ad arrivare, manca un centravanti capace di buttarla dentro con continuità, ma è anche vero che la fase realizzativa, quando manca un “animale” da area di rigore, può essere alimentata in altro modo, ed è in questa direzione che il tecnico sta guardando al fine di sopperire all’emergenza acuita dall’infortunio di Girardi. Cosimo D’Eboli ha fatto sapere che si proverà a risolvere il problema anche attraverso il ritorno sul mercato. Con la squadra si sta allenando Roberto Rocchi, 28 anni, svincolato, lo scorso al Martina (13 presenze), ma è chiaro che per dare consistenza al reparto, occorre ben altro. La squadra, nel frattempo, continua ad allenarsi allo stadio comunale di Siano. Il derby con la Juve Stabia è sempre più vicino e Cuoghi ha l’obbligo di non fallire. Allenamento pomeridiano nella giornata di ieri, la squadra azzurrostellata – come riporta il sito ufficiale del club – dopo il riscaldamento atletico, è stata impegnata in alcune esercitazioni tattiche con partitella finale. Girardi e Schiavino sono stati impegnati in piscina, Gai sta ancora recuperando dai postumi del trauma dorsale.

Ha parlato anche Nico paterni, piacevole sorpresa di questa fase della stagione: «Con il lavoro e l’impegno – ha detto l’esterno – i risultati arriveranno. Un derby è sempre una gara particolare, anche se in questo girone ci troviamo a giocare tante partite con altrettante squadre campane, ci saranno i nostri tifosi non quelli ospiti, ma sarà comunque un bello spettacolo. In campo, poi sta a noi dare il massimo e cercare di conquistare una vittoria importante per morale e classifica. Non fa certo piacere giocare a ritmi altissimi per novanta minuti ed uscire a mani vuote e senza punti. La prestazione della squadra non credo sia assolutamente in discussione, l’impegno neanche. Anche contro la Juve Stabia, giocheremo la nostra partita, a testa alta cercando di tenere alta l’attenzione, sappiamo di affrontare una squadra importante che ci darà del filo da torcere dobbiamo essere noi attenti a non farci sorprendere cercando di sfruttare al massimo il fattore campo» Nel pomeriggio la rifinitura al Torre.

da www.campaniagoal.it

No comments: