25.10.14

Ischia-Paganese 0-2: si, avete letto bene.

Sì, avete letto bene, non si tratta di un refuso: la Paganese ha vinto in trasferta per due reti a zero. 
Si dice, di solito, che una rondine non fa primavera, e forse è anche così. Ma nel calcio anche un solo giocatore può determinare un cambio di rotta, specialmente quando si tratta di un nocchiero aduso a molte battaglie agonistiche. De Liguori, alla seconda apparizione in questo campionato, ha contribuito in modo determinante a cambiare volto e sostanza alla squadra. Una volta, tanto tempo fa,  i giocatori come lui venivano etichettati come centromediani metodisti. Erano giocatori bravi a giostrare la palla, punti di riferimento costante per tutti i compagni di squadra e puntuali sia in fase difensiva che in quella di rilancio.

E oggi De Liguori, nonostante debba ancora arrivare alla forma migliore, proprio nella posizione di vecchio centromediano metodista, è riuscito a dare alla squadra il contributo di esperienza e di mestiere che ha cambiato il volto della squadra.
Attorno a lui hanno giostrato alla grande tutti i suoi compagni, anche quelli che in più di una occasione ci hanno fatto disperare. Punte di merito particolari per Herrera, autore dei due gol, e per Caccavallo, che ha fatto impazzire la retroguardia ischitana per tutta la partita.

Appuntamento nella giornata di domani per un approfondimento con la rubrica "Così è, anche se non vi pare"su http://paganesegraffiti.wordpress.com/

No comments: