24.3.15

Francesco Deli: "Ci è sfuggita una vittoria preziosa".

La Paganese continua a camminare come una lumaca verso il traguardo della salvezza, giocando come il gatto con il topo, non riuscendo ad infliggere il colpo di grazia all’avversario di turno. S’aggrappa però a Deli capace di illuminare le partite nei momenti bui come nella gara con il Savoia quando ha ribaltato, momentaneamente, il risultato: 

“Mi dispiace tanto per il risultato, la squadra ha dato tutto poi è arrivata questa beffa al novantesimo, c’è rammarico e rabbia, adesso dobbiamo riprenderci e fare bene contro Benevento e Salernitana”.

Una squadra che ha avuto un difficile avvio di gara con il Savoia che l’ha sorpresa andando anche in vantaggio ma legittimando il gol di Checchucci con una condotta più sbarazzina e Deli lo spiega così: 

“Non credo che l’approccio sia stato sbagliato dal punto di vista mentale, perché eravamo molto carichi consci dell’importanza della partita, ma credo che abbia inciso più quello fisico forse abbiamo accusato il primo caldo, loro sono partiti subito forti noi invece abbiamo rotto più tardi il fiato. Dopo però ci siamo rialzati, abbiamo recuperato mettendo la partita in carreggiata facendo anche bene”.

Un Deli, causa anche il ritorno in campo dopo due mesi, che ha finito la benzina nel finale: 

“Giustamente il mister mi ha sostituito, non ne avevo più nelle gambe, ero stanco e poi in quel momento essendo in vantaggio era giusto inserire un difensore che coprisse di più”.

Poi descrive la sua magia: 

“Ho seguito l’azione di Aurelio, la palla era rimasta lì, sono stato rapido a dribblare i due difensori e poi ho scavalcato il portiere”.

Mentre ripercorre con rammarico l’ultimo mese della Paganese, dove ha raccolto meno del previsto contro avversarie di pari livello: 

“Si effettivamente dovevamo ottenere di più. A Melfi abbiamo giocato male, contro l’Ischia invece abbiamo fatto una grande partita, a Barletta dopo una buona prestazione in due minuti abbiamo sprecato tutto e con il Savoia perso al novantesimo, penso che ci mancano tre punti".

© Paganesemania

No comments: