24.4.15

Catanzaro e Paganese si dividono la posta (1-1).

Un punto per parte per Catanzaro e Paganese, al vantaggio dei padroni di casa, rispondono gli ospiti con un gol sospetto. Il risultato finale è di uno a uno. I primi minuti di gioco sono tutti di marca giallorossa. Passano poco meno di cinque minuti ed è subito il Catanzaro a rendersi pericoloso. È Squillace a testare Marruocco, con un buon tiro di prima intenzione. Il portiere ospite però è attento e sventa il pericolo in due tempi. Poco dopo, al 10′ di gioco, si fa vedere Razzitti che addomestica il pallone e lo scarica per Ilari. Il centrocampista giallorosso lascia partire un gran tiro che mette in difficoltà Marruocco. Sono le prove del gol. Arriviamo al 18′ e, proprio Ilari, sigla il vantaggio per i padroni di casa. Tutto parte da un lancio di Russotto che trova Squillace, il terzino sinistro arriva in fondo e la mette dentro dove trova il compagno di squadra pronto a beffare, di tacco, il portiere azzurrostellato. Uno a zero e gran gol per Carlo Ilari. Il centrocampista giallorosso è assoluto protagonista. Intorno al 25′ sfiora di nuovo gol ma, proprio in seguito all’azione, si infortuna ed è costretto addirittura a lasciare il terreno di gioco. Il Catanzaro continua a fare la partita. Al 38′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo per la Paganese, Calamai porta il risultato sull’uno a uno. Il gol arriva, però, con i calciatori del Catanzaro fermi perchè l’assistente dell’arbitro alza la bandierina per segnalare un fuorigioco. Sembrerebbe un gol non valido ma l’assistente abbassa subito la bandierina e l’azione prosegue. Pareggio convalidato e partita che va sui binari del nervosismo. Rimane un episodio molto sospetto. Il Catanzaro reagisce con un calcio piazzato al 45′. Marruocco esce alla “superman” e travolge Sarr. I due rimangono a terra e dopo tre minuti di recupero, l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi tra i fischi del pubblico. Nella ripresa nessuna novità di formazione per Catanzaro e Paganese. Al 56′ grande occasione per gli ospiti. Deli si trova in area giallorossa e lascia partire un rasoterra pericoloso da distanza ravvicinata ma è molto bravo Migani a sventare il pericolo. La partita ora è più equilibrata. La Paganese ci prova con più convinzione ma deve stare attenta alle ripartenze delle aquile. Al 65′ è Sarr che ci prova dal limite. Palla di poco alta sulla traversa. Al 74′, sorge qualche dubbio sulle capacità della terna arbitrale. Prima Mancuso reclama un calcio di rigore (dubbio), poi non viene segnalato un fuorigioco ai danni della Paganese e, sugli sviluppi dell’azione, viene concesso un calcio di punizione agli ospiti dal limite dell’area. Calcio di punizione davvero molto dubbio. Tra le sviste dell’arbitro, la partite fugge via. Le due squadre provano fino alla fine a segnare il gol del vantaggio e, anche se azioni pericolose non se ne vedono, il match è avvincente. All’ 82′ ci prova Russotto, dopo essere stato liberato da Sarr, ma il tiro non produce effetti. Sono i padroni di casa a chiudere in avanti, con un calcio di punizione battuto da Giandonato che finisce fuori dallo specchio della porta. Le squadre, stanche, si accontentano del pareggio.

 

CATANZARO: Migani, D’Orsi, Squillace, Giandonato, Orchi, Ghosheh, Daffara (Calvarese), Sarr (Mounard), Razzitti, Russotto, Ilari (Mancuso). In panchina: Bindi, Zappacosta, Giampà, Caputa. All. Sanderra

 

PAGANESE: Marruocco, Vinci, Djibo, Franco, Tartaglia, Moracci, Malaccari, Baccolo, Aurelio (Biasci), Calamai, Deli (Bolzan). In panchina: Casadei, Cancelloni, Coulibaly, Longo, Girardi. All. Sottil


Da sport.strill.it

No comments: