29.12.16

Stavolta la Paganese riceve il regalo: la papera di Alastra frena la corsa del Matera.


Stavolta è la Paganese a ricevere il regalo e portare a casa un punto prezioso ma comunque meritato, per la prestazione gagliarda sfoderata contro la prima della classe. A condannare ilMatera al pari è stato il proprio portiere Alastra, che al quarto d'ora della ripresa, dopo aver compiuto una parata fenomenale su Herrera, ha restituito al panamense il tutto con gli interessi, non bloccando un innocuo tiro-cross sul primo palo. Nel primo tempo, il vantaggio lucano l'aveva realizzato l'ex Ingrosso sugli sviluppi di calcio d'angolo. 
I ritmi sono subito alti, anche se le occasioni non sono tantissime. Botta e risposta al 13', con una conclusione murata di Iannini e, dall'altra parte, le proteste della Paganese per un presunto fallo di mano di Piccinni. Dopo qualche conclusione dalla distanza su entrambi i fronti, a rompere l'equilibrio è Ingrosso, più lesto di tutti ad approfittare di una palla vagante in area di rigore dopo un calcio d'angolo battuto da Strambelli. Ricca di spunti ed emozioni la ripresa. Ad accendere la gara è Herrera, che cerca il pareggio con una grande rovesciata mandata prodigiosamente in angolo da Alastra. Sugli sviluppi del corner, però, il portiere scuola Palermo si rende protagonista di un'incertezza che consente al panamense di pareggiare e ridare speranza alla Paganese. Solo teoricamente, perchè in cinque minuti ilMatera costruisce quattro palle gol. La prima con MeolaMarruocco smanaccia in angolo. Le restanti portano la firma di Maikol Negro che al 19' si divora un rigore in movimento, poi con un diagonale non riesce a trovare nè la porta nè un compagno pronto alla deviazione. Infine ci prova dalla lunga distanza sfruttando un'avventata uscita di testa di Marruocco,ma la palla termina di poco a lato. La Paganese serra i ranghi e rischia solo una volta su un tiro diCarretta che trova Marruocco pronto in due tempi. Un buon pari per gli azzurrostellati, che chiudono con rinnovato ottimismo questo 2016.

Da www.paganesemania.it


No comments: