5.3.17

Buon pari col Cosenza, e la Paganese resta a metà classifica.


Buon pari per la Paganese che dà continuità alle tre vittorie consecutive col pareggio interno col Cosenza. Non riesce il poker alla formazione azzurrostellata, che ha dimostrato comunque grandi capacità caratteriali. Sotto di un gol al 19' del primo tempo, è stato De Santis nel finale del primo tempo a trovare il pareggio. Nella ripresa è mancato il guizzo giusto ad entrambe le compagini, che comunque muovono la classifica, con la Paganese che resta a debita distanza dalla zona rossa della classifica e sempre in corsa per un piazzamento nei playoff. 

La Paganese all'inizio è un po' timorosa e si perde in particolare nell'ultimo passaggio, colCosenza che prova a ripartire ed approccia meglio alla partita. I rossoblù ci provano per due volte con Blondett nel primo quarto d'ora, su azione d'angolo, ma i suoi tentativi sono fuori misura. Il terzo è quello buono per i silani che passano al 19'. Liverani non blocca la staffilata dal limite di Calamai e Baclet, sul filo del fuorigioco, realizza a porta vuota. La reazione della Paganese non è immediata e poggia su alcuni tentativi velleitari di Cicerelli. Il Cosenza sfiora il raddoppio alla mezz'ora, con Della Corte che s'immola sul tiro a botta sicura di Letizia. Nel finale cresce la squadra di Grassadonia (allontanato al 42' per proteste per un presunto rigore per la Paganese), pericolosa due volte con Firenze. Anche per gli azzurrostellati il terzo tentativo è quello buono. Schema su calcio di puniziono, Bollino crossa al centro, i rossoblù non spazzano e De Santis in diagonale centra l'angolino. 

Nella ripresa, invece, migliore approccio della squadra di Grassadonia anche se le occasioni per gli azzurrostellati mancano. Il più pericoloso è Baclet, che all'8' ci prova dal limite, trovando Liverani pronto, mentre al 18' il portiere è attento anche sulla punizione del francese. Nella parte centrale meglio la Paganese, che si affida ad alcune conclusioni dalla distanza, col classico movimento degli esterni. E' alto di poco il tentativo di Bollino al 23', mentre poco dopo Cicerelli trova Perina. Nel finale la Paganese passa al 3-5-2 a protezione del pareggio, con gli azzurrostellati che rischiano su due calci d'angolo. Blondett trova solo l'esterno della rete dopo un perfetto terzo tempo (33'), mentre un minuto più tardi Tedeschi impatta bene di testa, ma la palla finisce di poco fuori. Sarebbe stata una punizione eccessiva per gli azzurrostellati. 

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

MARCATORI: pt 19' Baclet, 44' De Santis
PAGANESE (4-3-3): Liverani; Alcibiade, De Santis, Carillo, Della Corte; Tascone (12' st Parlati), Pestrin, Herrera (37' st Longo); Bollino (31' st Zerbo), Firenze, Cicerelli. A disp.: Marruocco, Gomis, Mansi, Caruso, Stoia, Picone, Tagliavacche, Carrotta, Gorzelewski. All.: Grassadonia
COSENZA (4-2-3-1): Perina; Corsi, Tedeschi, Blondett, D'Orazio; Calamai, Ranieri; Statella, Letizia, Cavallaro (28' st Criaco); Baclet (20' st Mendicino). A disp.: Saracco, Capece, Caccetta, Meroni, Collocolo, D'Anna, Madrigali. All.: De Angelis
ARBITRO: Ayroldi di Molfetta (Mittica-Gregorio)
NOTE: spettatori 1200 circa. Allontanato al 42' pt il tecnico Grassadonia per proteste. Ammoniti: Tedeschi, Alcibiade, D'Orazio. Angoli 1-7. Recupero pt 1', st 3'

No comments: