2.4.17

Non c'è partita, Foggia troppo forte. Allo Zaccheria si ferma la Paganese.


La sconfitta a Foggia era preventivabile e, per la forza dei rossoneri ormai lanciati verso laSerie B, ci può stare. Ma da questa Paganese era lecito attendersi qualcosa in più, visto il momento che stava attraversando la squadra di mister Grassadonia. Invece allo Zaccheriagli azzurrostellati sono avversari passivi dell'undici di Stroppa, che vince meritatamente 3-1 col punteggio che poteva essere anche di dimensioni superiori. Basti pensare che Liverani è stato il migliore in campo tra le fila della Paganese; nota di merito anche per Cicerelli, autore del gol della bandiera a 10' dalla fine, poi per il resto solo insufficienze. Decidono la doppietta di Fabio Mazzeo in apertura dei due tempi e il gol dell'ex di turno Deli. Non ha funzionato il cambio di modulo, col Foggia che si è dimostrato sicuramente più forte e non c'è stata mai partita. Certo, il gol incassato a freddo ha sconvolto il piano partita degli azzurrostellati, ma non c'è stata la reazione. Una battuta d'arresto che ora non deve abbattere la Paganese, perchè quanto fatto finora è più che encomiabile (5 vittorie in 6 partite e salvezza in ghiaccio) e mercoledì si torna a giocare: c'è lo scontro diretto col Fondi e in classifica si è mosso poco o nulla in questa giornata. 

Grassadonia sorprende tutti, abbandona il 4-3-3 e ritorna al 3-5-2 con Cicerelli Della Corte larghi, Firenze insieme a Reginaldo. La mossa tattica del tecnico azzurrostellato che forse così avrebbe voluto imbrigliare il Foggia, però non paga, anzi. L'avvio da parte dellaPaganese è shock. Dopo due minuti Mazzeo realizza un gol eccezionale dal limite dell'area, raccogliendo una corta respinta di De Santis e inventando una parabola imprendibile perLiverani. Nei successivi minuti è un assedio da parte dei rossoneri, con Liverani bravo ad uscire sui piedi di Di Piazza mentre al 5' Mazzeo grazia la Paganese mettendo di poco a lato in contropiede. La botta di Firenze al quarto d'ora (bloccata agevolmente da Guarna) sembra svegliare gli azzurrostellati, che non riescono mai a trovare la giocata giusta e perdono numerosi palloni a centrocampo. E' un'illusione, perchè il tentativo del centrocampista ligure è l'unico del primo tempo della Paganese. Il Foggia, infatti, riprende a pigiare il piede sull'acceleratore anche se però ha il demerito di non chiudere la sfida. Occasioni a non finire da parte dell'undici di StroppaLiverani salva su Chiricò al 24', Deli dieci minuti più tardi sfiora il palo, mentre nel finale è ancora il portiere azzurrostellato a mandare in angolo la conclusione di Deli

Grassadonia ci ripensa all'intervallo e ritorna al 4-3-3 (dentro Bollino per Tascone), ma il cambio tattico non sortisce gli effetti sperati. Anzi, dopo appena sei secondi, sfondamento centrale di Deli che però si fa ipnotizzare da Liverani. La Paganese continua a non essere la solita squadra e al 5' è ancora Liverani, col piede, a salvare su Di Piazza. Il raddoppio è nell'aria e il Foggia lo trova poco dopo ancora con Mazzeo, sfruttando una palla regalata daFirenze Vacca, autore dell'assist decisivo. Al quarto d'ora i rossoneri calano il tris: altra azione corale del Foggia con l'assist di Agnelli per Deli, tutto solo all'altezza del secondo palo. L'ex della partita prima accenna ad un'esultanza, poi si ferma. Poco dopo la mezz'oraRubin si divora il poker, mentre dall'altra parte Cicerelli trova la rete della bandiera. Cicerelliparte da destra, punta il marcatore, si accentra e col destro trova l'angolino più lontano. Nel finale da registrare soltanto il palo di Sarno e il giallo di Cicerelli che, diffidato, salterà il match di mercoledì con l'Unicusano Fondi

MARCATORI: pt 2' Mazzeo; st 6' Mazzeo, 15' Deli, 36' Cicerelli
FOGGIA (4-3-3): Guarna; Gerbo, Martinelli, Coletti, Rubin; Vacca, Agazzi (11' pt Agnelli), Deli (26' st Sarno); Chiricò, Mazzeo, Di Piazza (14' st Sainz-Maza). A disp.: Tucci, Sanchez, Angelo, Figliomeni, Empereur, Sicurella, Dinielli, Martino, Faber. All.: Stroppa
PAGANESE (3-5-2): Liverani; De Santis, Alcibiade, Carillo; Cicerelli, Tascone (1' st Bollino), Pestrin, Herrera (24' st Parlati), Della Corte; Reginaldo, Firenze (34' st Mauri). A disp.: Coppola, Gomis, Mansi, Zerbo, Longo, Caruso, Picone, Carrotta, Gorzelewski. All.: Grassadonia
ARBITRO: Proietti di Terni (Solazzi-D'Alberto)
NOTE: spettatori 12mila circa. Ammoniti: Vacca, Coletti, Cicerelli, Martinelli. Angoli 5-3. Recupero pt 1', st 4'

Danilo Sorrentino
© Paganesemania - Riproduzione riservata

No comments: