29.8.14

Vinci beffa il Matera nei minuti di recupero.

La beffa arriva sul più bella. Proprio quando il Matera stava accarezzando la prima vittoria in campionato. Proprio quando sembrava finita. Ma quella punizione di Caccavallo, deviata da Vinci, ha gelato tutti. Termina uno a uno il match al XXI Settembre. Una partita che i biancoazzurri hanno condotto bene, e che nel secondo tempo hanno dominato. Ma non hanno chiuso. Perché, la dura legge del gol, si sa, non sbaglia mai. Se le partite non le chiudi, prima o poi di colpisce.

LE SCELTE - Tutto confermato in casa Matera. Nessuna variazione per mister Auteri. Qualcosa, invece, cambia mister Cuoghi. Il tecnico azzurro stellato si affida al 3-5-1-1. In difesa due cambi: ci sono Djibo Badji e Tartaglia. Herrera in mezzo al campo, mentre Cuoghi in avanti.

PRIMO TEMPO - Parte decisamente meglio la Paganese. Nei primi dieci minuti, ci provano i campani, ma senza rendersi mai pericolosi. Al tredicesimo: Herrera prova la botta, Cuffia devia e per poro non beffa Bifulco. Un minuto dopo, cross di Caccavallo per Cuoghi che calcia alto. Ma il Matera c’è, e al diciottesimo comincia a far vedere di chi pasta è fatto. Azione di Letizia che serve Guerra che gira per Madonia che prova un bellissimo tiro a giro: ma Marruocco devia in corner. Sulla battuta, Madonia calcia alto sbilanciato, a porta sguarnita. È solo il preludio di quello che accadrà dieci minuti fa. Perché i biancoazzurri cercano gli spazi giusti per colpire. Questo arriva al ventisettesimo: punizione di Letizia che tocca per Coletti, cross dell’ex Brescia, palla per Madonia che serve Cuffa, che in gira insacca in rete. Esplodono i cinquemila del XXI Settembre. La Paganese, prova la reazione alla mezzora: punizione a giro di Caccavallo, ma Baiocco blocca in due tempi. Due minuti dopo ci prova Gai dalla distanza: sfera sul fondo. Il Matera ha anche l’occasione per raddoppiare. Gotti serve Guerra che tutto solo in area calcia alto. Un minuto dopo, i biancoazzurri ci riprovano: giocata personale di Letizia che fa tutto da solo, e viene fermato sul più bello. Negli ultimi minuti, ci prova la Paganese: è Gai dalla distanza a provarci, Baiocco blocca. Qualche minuto dopo, tocca a Caccavallo: sfera sul fondo. Dopo un minuto di recupero, si rientra negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO - La ripresa parte con il Matera che può subito raddoppiare. Al quarto, azione di Letizia che lancia Guerra che tutto solo cerca di superare Marruocco con un pallonetto: sfera incredibilmente sul fondo. L’altra occasione, arriva al settimo: Guerra lancia Madonia, che serve Letizia in piena area, ma calcia debolmente sul fondo. L’altra occasione per il raddoppio arriva al diciottesimo. Marruocco è fuori dai pali, Gotti recupera palla e serve Madonia che incredibilmente gira a lato. Al ventesimo, arriva la risposta della Paganese. Punizione di Caccavallo: ma Baiocco si oppone con i pugni, poi sfera per Cuoghi che calcia a lato. Ma al ventiseiesimo, arriva la risposta della Paganese. Punizione per i campani, sfera che giunge a Caccavallo che ci prova: di poco alta sopra la traversa. La Paganese, si rivede dalle parti di Baiocco, dieci minuti dopo: ci prova Vinci dalla distanza, ma Baiocco respinge. Il Matera, così la vuole chiudere. L’altra occasione capita al quarantatreesimo: cross di Gotti per Letizia in area che ci prova con una bella rovesciata, sfera sul fondo. Sembra essere finita, ma all’ultimo secondo, la Paganese, si guadagna la punizione che cambierà il match. Sulla battuta va Caccavallo, tiro a giro il suo, sfera che carambola sulla spalla di Coletti, con Vinci che insacca alle spalle di Baiocco. Resta gelato il XXI Settembre. Una beffa incredibile ad un minuto dalla fine.

IL FINALE - Dal possibile due a zero, al certo uno a uno. Questo è il calcio, questa è la Lega Pro. Un campionato dove sicuramente paghi ogni minimo errore. Ma il Matera, ha solamente la colpa di non essere stato cinico. Ad inizio secondo tempo, Guerra, Letizia e Madonia hanno avuto le occasioni giuste per poter chiudere il match. Il due a zero è stato accarezzato molte volte. E alla fine, è arrivata la beffa. Il XXI Settembre rimane gelato. Il Matera porta a casa il primo punto della stagione, ma ne lascia due per strada. Ne mancano ancora trentanove all’obbiettivo prefissato: quello di una salvezza tranquilla. Si comincia in questo modo.

IL TABELLINO: MATERA – PAGANESE 1-1

MARCATORI: al 27' pt Cuffa (M), al 47' st Vinci (P).

MATERA (3-4-3): Baiocco, D’Aiello, Mucciante, De Franco, Gotti, Coletti, Cuffa (dal 22' st Iannini), Beranrdi (dal 22' st Pino), Letizia, Guerra, Madonia (dal 40' st Bustamante). A disposizione: Bifulco, Bustamante, Pagliarini, Mercadante, D’Angelo, Pino, Iannini. Allenatore: Gaetano Auteri.

PAGANESE (3-5-1-1): Marruocco, Djibo Badji, Bocchetti, Tartaglia, Armenise, Gai (dal 17' st Baccolo), Herrera, Calamai (dal 16' st Deli), Vinci, Caccavallo, Cuoghi (dal 26' st Bussi). A disposizione: Addario, Schiavino, Moracci, Bergamini, Baccolo, Deli, Bussi. Allenatore: Stefano Cuoghi.

ARBITRO: Salvatore Guarino (Caltanissetta).

PRIMO ASSISTENTE: Antonio Santoro (Roma Uno).

SECONDO ASSISTENTE: Rinaldo Menicacci (Vittoria).

NOTE: Serata tranquilla sulla Città dei Sassi. Terreno in perfette condizioni. Matera in maglia azzurra con calzoncini bianchi, Paganese in maglia verde con calzoncini blu. Espulsi: Nessuno. Ammoniti: Djibo Badji, Calamai,Baccolo, Armenise (P), Baiocco, Coletti, Pino (M). Angoli: 10-1 per la Paganese. Recupero: 1' primo tempo e 3' secondo tempo. Spettatori: 5000 circa, con una ventina dei quali in arrivo da Pagani.

Da tuttomatera.com

No comments: