2.11.14

Paganese, finalmente il sereno. Sottil: Complimenti ai ragazzi.


PAGANI – Non può dirlo, nessun allenatore al mondo lo farebbe, ma il suo approdo sulla panchina azzurrostellata è stata la vera chiave di volta della rinascita. Andrea Sottil si gode il momento positivo evitando di prendersi troppi complimenti e trasferendo, da buon condottiero, tutti i meriti ai suoi ragazzi: «Il nostro è un grande gruppo. – ha affermato nel dopo gara – I ragazzi, fin dal mio arrivo, hanno dimostrato di voler risalire in classifica ed assestarsi in posizioni più consone al valore della squadra. Ho trovato voglia di lavorare e disponibilità. I complimenti vanno a loro». Ineccepibile. L’analisi del magic moment però, richiede qualche riflessione più approfondita. Il lavoro del nuovo tecnico, sia dal punto di vista tattico col passaggio ad un modulo evidentemente più congeniale ad alcuni giocatori, sia dal punto di vista psicologico, sempre più evidente in queste prime gare, con la squadra sempre capace di reagire, contrariamente a quanto avveniva prima, alle reti subite, denota tutta l’incidenza avuta da Sottil nella trasformazione di quella compagine timida e fragile vista nella primissima fase della stagione. Certo, anche il mercato ha fatto la sua parte, gli innesti di De Liguori e Bernardo hanno dato sostanza, spessore ed esperienza ad un gruppo a cui tutto ciò mancava, ed anche il calendario ha teso una mano, mettendogli di fronte tutti avversari “alla portata”, quelli, per intenderci, con cui la Paganese si giocherà le chance di salvezza. Attenuanti che vanno concesse al vecchio tecnico, ma che non sminuiscono minimamente i meriti del nuovo, anzi, un impatto simile, in un ambiente depresso dai risultati deludenti e con una squadra che andava cambiando pelle anche per gli inserimenti dei nuovi e con la prospettiva di non poter più fallire, specie nel momento in cui arrivavano le sfide più delicate con le dirette concorrenti, certifica ulteriormente la bontà del lavoro di Sottil. Ora la Paganese si gode il bel solco scavato tra sè e la zona play-out, in attesa dei risultati del pomeriggio. Il prossimo turno oppone un altro delicatissimo scontro diretto al Giraud di Torre Annunziata contro il Savoia. Un derby ricco di significati, contro un avversario che già da oggi capirà se l’impatto col nuovo tecnico (esordio complicatissimo per Ugolini impegnato oggi a Catanzaro) sarà benefico come quello di Sottil. Quel che è certo, è che domenica ci sarà da lottare, la banda Sottil non si tirerà indietro…

Da www.campaniagoal.it

No comments: