14.11.14

Vigilia derby, qui Benevento: Allegretti già scalpita.

BENEVENTO – Con un Allegretti in più nel motore, il Benevento si accinge ad affrontare la delicata trasferta di Pagani, sul campo di una delle squadre più in forma del momento. La grande emergenza, legata all’impressionante serie di infortuni che sta falcidiando la rosa giallorossa non ha spaventato né il tecnico, né la stessa società, pronta a correre ai ripari per rendere meno difficoltoso il lavoro del tecnico in questo scorcio di stagione. L’arrivo di Allegretti, centrocampista svincolato, ma dal curriculum di assoluto valore, è la testimonianza più evidente di come il sodalizio sannita voglia blindare il primato tanto faticosamente conquistato: «Si, sono un pò anziano – ha affermato ieri il centrocampista dopo la firma -ma a 36 anni credo di poter dimostrare ancora qualcosa, soprattutto a me stesso. Non vedo l’ora di cominciare questa nuova avventura. Credo di poter dare il mio contributo anche fuori dal campo, so bene come si gestiscono certe situazioni e come rapportarsi con società e tifosi avendo spesso indossato la fascia di capitano nella mia carriera. In qualche circostanza anche in serie A». Sulla stessa lunghezza d’onda Fabio Brini, sempre apparso perplesso sulla possibilità di ingaggiare calciatori svincolati: «Sono stato colpito - ha dichiarato nella conferenza stampa di ieri – dal suo spirito e dalla sua voglia di mettersi in discussione. Non è venuto qui per chiudere la carriera, ma per dare il suo contributo alla causa. Ha esperienza e umiltà, si è già inserito in un gruppo in cui già conosce alcuni giocatori».

Il suo arrivo sarà utile a tamponare la falla creatasi a centrocampo. Domani a Pagani, sarà piena emergenza, soprattutto se dovesse dare forfait anche Agyei: «Oggi (ieri ndr) si è allenato – ha spiegato Brini – aspettiamo la rifinitura per capire se potrò utilizzarlo. In base alla sua disponibilità farò le mie scelte. Al Torre sarà dura, la Paganese ha entusiasmo, è reduce da una serie di risultati utili e vorrà metterci in difficoltà. Dobbiamo dimenticare la vittoria nel derby con la Casertana, rischieremmo di sbagliare l’approccio. Non guardo l’imbattibilità perchè i numeri non ti portano punti. Dobbiamo osare un po’ in più ma sempre mantenendo la solita umiltà. Abbiamo massimo rispetto per i nostri avversari. Stanno facendo benissimo».

da www.campaniagoal.it

No comments: