4.4.16

La Paganese nel dì di festa vista da...Nocera.

Chi ha la passione dei numeri e delle statistiche come me deve avere molta pazienza per scoprire e mettere ordine negli archivi, nel mio riguardo quello della Paganese, per fare chiarezza. Quello che vi propongo è una ricerca che ho portato alla luce dopo troppi anni in cui non si riusciva a dire con certezza delle cifre su un argomento: La Paganese nel di’ della Madonna delle Galline. Sfatiamo un tabù dicendo subito che la Paganese non ha sempre vinto nella domenica più cara per noi paganesi ed il pareggio con il Melfi ne è la testimonianza più diretto. Snoccioliamo i numeri per toglierci il dente e diciamo che nel giorno della festa della Madonna delle Galline la Paganese ha quasi sempre ottenuto un risultato positivo intendendo anche il pareggio. Gli incontri concomitanti con la domenica Santa, per il popolo paganese, sono stati 69 con quello disputato con il Melfi. 

Le vittorie sono state 31 di cui 25 in casa e 6 fuori, i pareggi 18, equamente divisi, e 19 le sconfitte di cui 15 in trasferta e solo 4 in casa. In nove stagioni non s’è giocato in questa domenica particolare, per vari motivi come campionati già finiti come all’inizio della storia del nostro club o per pause dello stesso campionato: Dal 1930 al ’33 nel 1958, nel 1982, nel 1989, nel 2005, e nel 2012.In una sola occasione nel 1999 ad Angri la partita fu sospesa per incidenti, dopo 15 minuti sul risultato di 0-0, e successivamente la Lega Regionale Campana, allora si giocava nel campionato D’Eccellenza vinto dagli azzurri, diede sconfitta a tavolino ad entrambe e campo squalificato. 

La Paganese inizia male la ricorrenza, perdendo a Pontecagnano per 3-2, il 7 aprile del 1929 e dopo quel periodo di assenza nei primi anni trenta, ancora una delusione con la sconfitta contro la Bagnolese B per 1-0 il 1° aprile del 1934. A questo punto a Pagani il calcio chiude per dieci anni e quando ritorna nel dopoguerra arriva anche la prima vittoria nella domenica della Madonna delle Galline. Non si gioca a Pagani, il campo sportivo non c’è ancora, ma a Nocera Paganese-Set Napoli 3-0 il 28 aprile del 1946. L’anno dopo arriva anche la prima sconfitta in “casa” si gioca ad Angri contro il Nola B per 1-0 il 14 aprile del 47 come posticipo del giorno 13. Il primo pareggio è scoppiettante ed arriva a Pozzuoli contro la Puteolana dove il 1° aprile del 1951 termina 3-3. La striscia positiva più lunga è a cavallo degli anni ’60 e ’70. 

La Paganese per nove stagioni consecutive dal 1965-’66 al 1973-’74, nella domenica della festa della Madonna delle Galline, ottiene 8 vittorie ed un pareggio. Dopo la vittoria in trasferta a Sorrento per 3-0 il 17 aprile del ’66, regola la Palmese, il Matera, la Juve Stabia, il Benevento, la Sessana e l’Angri e la Cavese con i due derby inframmezzati dal pareggio di Palma Campania. Tra le vittorie storiche in questo giorno di festa per Pagani si ricorda quella con il Bari 1-0 del 17 aprile ’77 o il 4-0 che significa promozione in serie D contro la Sangennarese, quella del 4-2 contro la Cisco Roma di Paolo Di Canio nella stagione 2006-’07. Solo quattro volte la domenica è stata amara: quella già citata con il Nola B nel ’47, con laCavese, 1-2, il 20 aprile del 1952, con la Reggina il 10 aprile del 1983 e l’ultima con lo Spezia nel 2011.

Peppe Nocera per paganesemania.it

No comments: