23.9.16

Il punto sulla prossima giornata di campionato.

La sesta giornata del girone C di Lega Pro pone sotto la lente d’ingrandimento due sfide dal sapore antico e dal fascino immutato. I riflettori sono puntati innanzitutto sul derby dello Zaccheria dove la capolista Foggia, a punteggio pieno dopo cinque turni, ospita il Taranto di Aldo Papagni in un match aperto ad ogni risultato. Farà molto caldo in terra di Capitanata con spettacolo garantito sugli spalti cui si spera faccia seguito quello offerto dai ventidue in campo.

Non da meno il derby calabrese che si disputerà allo stadio Granillo di Reggio Calabria tra gli amaranto del figlio d’arte Karel Zeman ed il Cosenza che sarà privo dell’infortunato Cavallaro. I padroni di casa sperano nell’aggancio in classifica e confidano nel recupero della punta di diamante Coralli alle prese con una botta che potrebbe pregiudicargli la presenza sul rettangolo verde.
In ottica alta classifica cerca punti pesanti il Lecce che sarà di scena al De Simone di Siracusa. Impegno sulla carta abbordabile per i salentini, anche se i leoncelli siciliani non possono permettersi altri passi falsi dopo una partenza ad handicap che ha fatto finire sulla graticola l'ex tecnico della Paganese Andrea Sottil.

Viaggia con il vento in poppa anche l’ambiziosa Juve Stabia che renderà visita all’Unicusano Fondi degli exBombagi ed Albadoro. Il Matera di Gaetano Auteri invece prova a riscattare il mezzopasso falso interno di domenica scorsa contro il fanalino di coda Catania. Al cospetto della Virtus Francavilla, con lo stadio Giovanni Paolo II che farà registrare un probabile sold out, ci sarà da soffrire con l’aggravante dell’incognita Papini fermato da noie ad un ginocchio.
Seconda trasferta di fila per la Casertana che sarà di scena a Vibo Valentia. Dopo il successo di Pagani, la formazione rossoblu ha conservato l’imbattibilità e cerca il blitz dopo aver imposto il pareggio a reti bianche alLecce domenica scorsa in Puglia. A movimentare la vigilia la situazione societaria con l’annuncio del nuovo cda seguito dalle immediate dimissioni del copresidente Corvino, unico rappresentante casertano all’interno del sodalizio.

Derby siciliano al Massimimo dove il Catania ospita l’Akragas galvanizzato dal primo successo in campionato. Gli etnei si affidano al rientrante Calil per ottenere l’intera posta in palio che consentirebbe di neutralizzare definitivamente la pesante penalizzazione (-7) in classifica.
Si preannuncia molto equilibrata la gara del Degli Ulivi di Andria tra la Fidelis di Favarin ed il Melfi rinforzato nei giorni scorsi dall’innesto dello svincolato centrocampista ghanese Obeng. Tensione invece al Ceravolo dove ilCatanzaro non può assolutamente fallire l’appuntamento con la vittoria contro il Messina. Situazione quasi simile per entrambi gli ambienti. I risultati non arrivano ed i primi mugugni affiorano. Si salvi chi può…….e poi c’èPaganese-Monopoli ma questa è un’altra storia…

Francesco Pepe - © Paganesemania

No comments: